Sarà difficile vedere ancora Daniele De Rossi con la maglia giallorossa. Dopo lo strappo del mancato rinnovo, il trentacinquenne capitano è infatti destinato a continuare a giocare a calcio con un'altra maglia: improbabile quella di una società italiana, possibile invece quella di un club straniero. Tra le ipotesi, la più suggestiva arriva dall'Argentina e dal Boca Juniors dell'uomo mercato Nicolàs Burdisso.

A confermare il contatto tra il club di Buenos Aires e l'entourage del centrocampista romano, è stato proprio l'ex difensore della Roma: "Daniele è un amico, in questi giorni mi chiedono continuamente di lui e della possibilità che vesta la maglia del Boca – ha dichiarato Burdisso nelle scorse ore a Fox Sports – Per lui le porte sono aperte. Daniele è uno di quei giocatori che tutti vorrebbero".

Le alternative della MLS e della J1 League

"Non c'è bisogno che il Boca Juniors si faccia avanti, perché abbiamo parlato a lungo e lui sa che lo accoglieremmo a braccia aperte – ha aggiunto Burdisso – Ma è necessario che prima metabolizzi il suo addio alla Roma. So che si è sempre sentito identificato con i valori, lo spirito e il nostro modo di concepire il calcio. Il Boca gli piace, ma non è il momento di fare pressioni. Sarà lui a decidere. Posso solo dire che ne parleremo a tempo debito. Ad ogni modo credo proprio che verrebbe".

Dopo 18 stagioni con la maglia della Roma, Daniele De Rossi è dunque all'alba di una nuova grande avventura. Al di là delle esternazioni di Massimo Ferrero (che lo vorrebbe alla Sampdoria), e della possibilità di volare in Argentina, il giocatore potrebbe avere anche altre chance al di fuori dall'Italia: la Major League Soccer americana e la J1 League giapponese, dove sarebbe stato il Vissel Kobe di Iniesta a farsi avanti per lui.