Insieme a quella di Mauro Icardi, la vicenda di Neymar è quella che sin dall'inizio del calciomercato ha attirato su di sé le attenzioni di tutti i tifosi. Le ultime notizie relative al futuro del brasiliano, arrivano dalla Francia dove il prestigioso "L'Equipe" ha spiegato di come si sia interrotta definitivamente la trattativa tra il Paris Saint-Germain e il Barcellona: uno dei due club, insieme al Real Madrid, interessato a trattare con i francesi.

Secondo quanto scritto dai colleghi d'oltralpe, nelle scorse ore Neymar ha annunciato al suo entourage di aver deciso di interrompere i contatti con i catalani per un suo clamoroso ritorno in Spagna, senza nemmeno aspettare il gong finale di domani sera che scriverà la parola "stop" su ogni operazione di mercato. Una decisione che di fatto allunga di un anno l'esperienza in Francia del brasiliano e che sposta la sua cessione alla prossima estate.

Neymar imprigionato a Parigi

Dopo i contatti dei giorni scorsi, e l'accordo tra Al Khelaifi e Bartomeu saltato per il "no" di Rakitic, Dembélé e Todibo (i tre giocatori che avrebbero dovuto far parte della trattativa come contropartita tecniche), il destino di Neymar è dunque segnato. Nonostante la contestazione dei tifosi del Paris Saint-Germain, stanchi della situazione, il nazionale verdeoro è dunque destinato a rimanere (suo malgrado) all'ombra della Tour Eiffel.

A pesare sulla difficile e lunga trattativa, è stata soprattutto la valutazione che il Psg ha fatto del cartellino di Neymar: 220 milioni di euro. Un prezzo che, sia Barcellona che Real Madrid, non hanno mai voluto prendere in considerazione. "Le nostre richieste non sono state accettate – ha spiegato poche ore fa il ds Leonardo – Siamo aperti a parlare, ma non c'è accordo. La posizione di Psg e Neymar è sempre stata chiara: se arriva una proposta soddisfacente può partire, ma ad oggi questa proposta non è arrivata".