La sua è stata una crescita graduale ma ugualmente portentosa e adesso gli si stanno per spalancare due porte azzurre di assoluto prestigio. Stiamo parlando di Giovanni Di Lorenzo, difensore classe '93 dell'Empoli, che alla prima stagione in serie A è subito riuscito a imporsi come il miglior terzino italiano del campionato. Un exploit in provincia che ha riportato alla mente alcuni eccellenti predecessori nel ruolo, a cominciare da quel Fabio Grosso campione del mondo del 2006. Collega che adesso potrebbe emulare, se non altro, con la prima convocazione che il ct Mancini potrebbe già decretare in occasione delle prossime gare di qualificazione all'Europeo di giugno.

Prima di volgere la sua mente altrove, però, l'opera in Toscana non può dirsi ancora conclusa. Dopo il successo con il Torino di ieri (le pagelle di Empoli-Torino), mancano un'ultima partita e un risultato positivo per poter conquistare la permanenza nella massima serie dopo una lunga rincorsa (ecco le combinazioni possibili delle 5 squadre a rischio). Una rincorsa che somiglia proprio a quella compiuta da questo toscano doc, cresciuto nella Lucchese ma affermatosi in Lega Pro tra Reggio Calabria e Matera, dove si è guadagnato la chiamata dell'Empoli con cui ha ottenuto la A sul campo (con un contributo di 1 gol e 7 assist in 36 presenze nella serie cadetta).

La scheda di Giovanni Di Lorenzo (fonte whoscored.com)
in foto: La scheda di Giovanni Di Lorenzo (fonte whoscored.com)

Titolare inamovibile con Andreazzoli e Iachini

Il meglio, però, è arrivato quest'anno. Né Andreazzoli né Iachini hanno avuto dubbi sulla sua titolarità. Giovanni ha saltato sin qui una sola gara per squalifica (alla 19a con l'Inter) riuscendo a creare valore per l'Empoli con tre assist (Genoa, Chievo e Fiorentina), ma soprattutto cinque gol (Cagliari, Genoa, Napoli, Sampdoria e Torino le sue vittime). Ma ciò che più risalta è il particolare contributo offerto nelle ultime tre vittorie consecutive che hanno portato i toscani, per la prima volta, fuori dalla zona retrocessione: un assist per il gol di Farias alla Fiorentina e due gol di fila contro Sampdoria e Torino che hanno contribuito, rispettivamente, al 2-1 e al 4-1 finali.

Meglio di lui solo Kolarov e Hateboer

Una continuità di rendimento che non è mai mancata nel corso di tutta la stagione e che adesso lo consacra come miglior terzino italiano della serie A, alle spalle di due elementi decisamente più esperti del calibro del romanista Kolarov (6,05 di media, 6,7 di fantamedia, 8 gol e 1 assist) e dell'atalantino Hateboer (6,06, 6,57, 5 e 5), a fronte di una media di 6,04 e una fantamedia di 6,43, oltre ai già richiamati bonus prodotti. Numeri e qualità che hanno attirato l'attenzione del Napoli, società da sempre in ottimi rapporti con l'Empoli, e che sembra intenzionata a sostituire con lui un altro ex empolese (Hysaj, probabilmente diretto all'Inter). Insomma la strada è tracciata e dal blu dell'Empoli, comunque finirà la stagione, per lui potrebbero spalancarsi le porte azzurre di Nazionale e Napoli. Chissà in quale ordine…

L’evoluzione del valore di mercato di Giovanni Di Lorenzo (fonte Transfermarkt)
in foto: L’evoluzione del valore di mercato di Giovanni Di Lorenzo (fonte Transfermarkt)