Leslie Stovall l’avvocato di Kathryn Mayorga, l’ex modella americana che accusa di violenza sessuale Cristiano Ronaldo, ha inviato i documenti del caso alla Procura portoghese, ma anche all’ordine degli avvocati e alla polizia municipale di Lisbona. Questo è quanto sostiene il giornale portoghese ‘Correio da Manha’, storicamente ben informato sul cinque volte Pallone d’Oro. Il quotidiano sostiene che Stovall avrebbe inviato i documenti a 18 forze dell’ordine di diversi Paesi. E in quella mail si chiede di verificare se l’attaccante ha violato qualsiasi legge in vigore sulla base delle informazioni contenute nei documenti di Football Leaks.

Il legale di CR7 è fiducioso

L’avvocato di Cristiano Ronaldo, Peter Christiansen, è molto fiducioso e ha dichiarato: “In sede giudiziaria sarà confermata l’innocenza di Cristiano”. Anche il legale ha parlato al ‘Correio de Manha’ e ha messo in chiaro che non ci sarà alcun accordo extra giudiziario in questa fase e afferma che nemmeno all’epoca Ronaldo avere voluto versare un euro sul conto della Mayorga, ma qualcuno a lui vicino lo convinse a pagare:

Si limitò a seguire il suggerimento dei suoi consulenti per mettere fine alle accuse ingiuriose fatte contro di lui e evitare tentativi come quello a cui stiamo assistendo ora. Non bisogna ripetere gli errori del passato e chi è innocente confida nella giustizia.

Il Real Madrid obbligò Cristiano Ronaldo a pagare

Chrisitansen ha preannunciato che verrà effettuata una perizia informatica sui documenti provenienti da ‘Football Leaks’ per dimostrare la manipolazione sostenuta nei giorni scorsi, ma il legale vorrebbe sentire anche le persone che erano con il giocatore nove anni fa a Las Vergas. Infine c’è anche chi sostiene che all’epoca fu il Real Madrid a obbligare il calciatore a pagare Kathryn Mayorga. fu il Real Madrid a obbligare il calciatore a pagare Kathryn Mayorga.