Uno era al rientro, l'altro era tra i più attesi del big match dell'Olimpico. Florenzi e Cristiano Ronaldo sono stati tra i protagonisti della gara della 36esima di Serie A e non solo per il gol dell'1-0 e per alcune giocate dei cinque volte Pallone d'Oro. I due sono infatti venuti pericolosamente a contatto intorno al quarto d'ora del secondo tempo, quando dopo una palla "contesa" il giallorosso e il bianconero si sono ritrovati faccia a faccia.

La discussione è subito diventata molto animata, con CR7 che ha reagito alle parole di Florenzi prendendolo in giro platealmente per la sua statura e con la frase "Stai zitto, sei troppo piccolo per parlare". Parole che hanno acceso gli animi, prima dell'intervento dell'arbitro Massa e dell'abbraccio dei due giocatori.

"Spiderman" Florenzi spiega cosa è successo

In una serata negativa per i colori bianconeri, e anche per lo stesso portoghese che non ha trovato il gol, a sorridere è stato alla fine proprio Alessandro Florenzi che alla vigilia aveva ammesso di provare una sincera ammirazione per Cristiano Ronaldo: "Il diverbio con Ronaldo? Lasciamo perdere quello che succede in campo – ha spiegato il capitano romanista a Roma Tv – Abbiamo buttato due volte la palla fuori noi, lui invece l'ha giocata. Lui è Pallone d'Oro e pensa di avere il diritto di fare quello che ha fatto e io ho cercato di continuare a giocare".

Grazie a questo successo, la Roma di Ranieri torna dunque in gioco per la difficilissima corsa al quarto posto: "I 3 punti sono importanti, ma ora dobbiamo non pensare più alla classifica ma dobbiamo vincere le prossime due partite e dare tutto come stasera. Poi vedremo dove saremo. Sapevamo che non era facile vincere contro la Juve, non è mai facile. Abbiamo giocato per vincere ma cercando di non perdere".

"Champions League? Dobbiamo crederci, se poi sarà quinto, sesto, settimo dobbiamo avere il coraggio di dire che questa non è stata un’annata da Roma – ha poi dichiarato Florenzi a Sky – I primi a essere delusi siamo noi, ora godiamoci questa grande serata e saluto mia moglie e le mie figlie, avevo promesso di fare Spiderman e ci sono riuscito".