Dopo i risultati delle prime due giornate del quarto turno di Coppa Italia, dalla sfida del ‘Tardini' è uscito il nome di quello che sarà l'avversario della Roma negli ottavi di finale in programma tra il 15 e il 22 di gennaio. Grazie al successo sul Frosinone, il Parma di Roberto D'Aversa ha infatti staccato il pass per la fase successiva e raggiunto le altre big del nostro campionato che entreranno in gioco insieme agli emiliani proprio dall'imminente turno ad eliminazione diretta.

Il rigore decisivo

Quella della squadra ducale non è stata però una passeggiata. Contro un Frosinone ben messo in campo da Alessandro Nesta, il Parma ha infatti dovuto faticare più del previsto per portare a casa la vittoria. Alla rete del primo tempo di Siligardi (al minuto numero 21), e al palo di Sprocati, ha infatti risposto nella ripresa la squadra ciociara con il gol di Trotta che ha rimesso in equilibrio il match. Quando tutti ormai si erano rassegnati ai tempi supplementari, nei minuti di recupero è invece arrivata la decisione dell'arbitro Dionisi che ha concesso un rigore ai padroni di casa (trasformato poi da Hernani) per un contatto tra Paganini e Kucka.

Le parole di mister D'Aversa

Grazie a questo sofferto successo contro il Frosinone, il Parma si è dunque guadagnato l'opportunità di giocare l'ottavo di finale contro i giallorossi di Fonseca. Un appuntamento del quale D'Aversa aveva già parlato ai suoi ragazzi: "La Roma? Prima di questa partita, ho presentato ai ragazzi l'opportunità di affrontare una squadra importante – ha spiegato il mister gialloblù in conferenza stampa – Ma ero abbastanza fiducioso, più che fare turnover ho fatto giocare chi meriterebbe di giocare in questo momento. Non dovevamo sottovalutare l'impegno, siamo stati bravi a portare a casa il risultato, che tutto sommato credo sia stato meritato. Abbiamo fatto meglio nel primo tempo, poi è venuto fuori il Frosinone e abbiamo sofferto un po'. Poi c'è stata la zampata".

Le gare degli ottavi di finale, che si disputeranno tra il 15 e il 22 di gennaio, metteranno dunque di fronte: Napoli-Perugia, Lazio-Cremonese, Atalanta-Fiorentina, Inter-Cagliari, Milan-Spal, Torino-Genoa, Roma-Parma e  Juventus-Udinese.