Un tifoso inglese è stato arrestato negli Emirati Arabi per aver indossato una maglia del Qatar durante una partita della Coppa d'Asia. Ali Issa Ahmad, 26 anni, di Wolverhampton, era in vacanza ad Abu Dhabi a gennaio ed è riuscito a recuperare un biglietto per la partita tra Qatar e Iraq valida per gli ottavi di finale della manifestazione. Ahmad ha deciso di indossare una maglietta della nazionale qatariota sulle tribune senza sapere che farlo negli Emirati Arabi Uniti è un crimine punibile con una multa o, addirittura, la reclusione.

Dopo il suo arresto, il tifoso britannico è stato fermato per aver insultato le guardie di sicurezza che lo avevano portato via dallo stadio. L'ambasciata degli Emirati Arabi ha annunciato subito di aver aperto un' indagine su ciò che è accaduto durante il fermo ma il Foreign and Commonwealth Office (FCO) fa sapere che le informazioni per i viaggiatori che si stanno dirigendo verso gli Emirati Arabi Uniti sono dettagliate:

Le autorità degli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato il 7 giugno 2017 che mostrare simpatia per il Qatar sui social network o con qualsiasi altro mezzo di comunicazione è un crimine: i criminali possono essere imprigionati e assoggettati a una multa pecuniaria.

Le sanzioni contro chi promuove il Qatar e tutto ciò che lo riguarda hanno a che fare con la rottura delle relazioni diplomatiche tra i due paesi nel maggio 2017. Gli Emirati Arabi hanno accusato i qatarioti di minare la sicurezza e la stabilità nella regione finanziando e organizzando gruppi terroristi. Il Qatar respinge queste accuse e chiama "embargo illegale" il blocco che a cui è stato sottoposto da alcuni paesi confinanti.

Il Qatar vincitore della Coppa d'Asia 2019

La squadra allenata da Felix Sanchez ha conquistato la sua prima Coppa d’Asia della storia. Battuto per 3-1 il blasonatissimo Giappone: Almoez, Hatim e Afif regalo il trionfo ai qatarioti, che riescono nell’impresa di far tornare la coppa in Medio Oriente (l’ultima nazionale a vincere la competizione fu l’Iraq nel 2007).