Dove verrà giocata la finale di ritorno della Copa Libertadores? A questa domanda, che sta riempiendo le giornate dei tifosi di River Plate e Boca Juniors, hanno provato a dare una risposta alcuni media spagnoli che nelle scorse ore hanno rilanciato una clamorosa indiscrezione poi divenuta notizia ufficiale. Tra le candidature di Doha, Asunción, Miami e Belo Horizonte, città che si sono fatte avvampi per ospitare la seconda partita tra "Millonarios" e "Xeneizes", era spuntata anche quella di Madrid e del mitico Santiago Bernabeu. Molto più di un'ipotesi ma una decisione che è stata confermata nelle ultime ore. Intanto, è certa la data: 9 dicembre ore 20.30.

A dare la notizia era stata la trasmissione televisiva "El Chiringuito de Jugones", in onda sul canale La Sexta: una news che ha spazzato via ogni dubbio quando è stato perfino rigettato il ricorso del Boca Juniors. Una notizia rilanciata anche dall'autorevole "AS", e a quanto pare confermata anche dal presunto benestare di Fifa, Conmebol, federcalcio spagnola e del club di Florentino Perez che, il 9 dicembre, non sarà impegnato a Madrid ma in trasferta contro l'Huesca.

Perché è stata scelta la Spagna

Mancavano ovviamente conferme ufficiali, ma dalla Spagna erano certi della decisione presa dai vertici del calcio sudamericano. Si attendeva anche la decisione del Tribunale della commissione disciplinare della Conmebol, che poteva anche decidere di cancellare la partita, per fortuna così non è stato. Adesso c'è ovviamente molta eccitazione tra i molti argentini residenti a Madrid e in Spagna (circa 71mila), che hanno accolto con favore l'eventuale scelta del Bernabeu. Come riportato dai media spagnoli, in corsa per ospitare la finale c'era anche il Camp Nou di Barcellona: stadio che, secondo "Marca", aveva però soltanto il 30% di possibilità di vedersi assegnare la finale di ritorno di Copa Libertadores tra River Plate e Boca Juniors.