Sami Khedira non è stato convocato da Massimiliano Allegri per Atletico Madrid-Juventus, andata degli ottavi di finale di Champions League. Nessun infortunio per il centrocampista tedesco, ma la necessità di sottoporsi ad accertamenti per un problema cardiaco. Stando a quanto si legge nella nota ufficiale, Khedira ha accusato un'aritmia atriale, comparsa proprio nella giornata di oggi.

Come sta Sami Khedira, per problemi cardiaci salta Atletico-Juventus

Fulmine a ciel sereno in casa Juventus alla vigilia della super sfida d'andata degli ottavi di finale di Champions. Sami Khedira sarà costretto a saltare la partita. Il motivo è legato ad alcuni problemi cardiaci accusati dal centrocampista tedesco, anticipati da Massimiliano Allegri in conferenza stampa con queste parole: "Khedira non è convocato, è rimasto a Torino per accertamenti. Non averlo ci fa perdere un giocatore di spessore". Poco dopo ecco il comunicato ufficiale della Juventus a fare il punto sulle condizioni di Khedira: "Sami Khedira che è rimasto a Torino per degli accertamenti medici, dai quali è emersa l’opportunità di effettuare uno studio elettrofisiologico e eventuale trattamento di un’aritmia atriale comparsa nella giornata odierna".

Sami Khedira, cos'è l'aritmia atriale

Ma che cos'è l'aritmia atriale, ovvero il problema accusato da Sami Khedira? Si tratta di un'anomalia nella normale frequenza del ritmo cardiaco. E'una situazione molto diffusa, che pur non essendo pericolosa per la vita può esporre a complicanze che potrebbero rivelarsi molto invalidanti. Saranno dunque necessari degli esami per capire la natura del problema che potrebbe essere momentaneo, oppure continuo con la necessità di ricorrere dunque a particolari terapie. In primis la cardioversione che permette di ritrovare la frequenza cardiaca regolare (praticabile sia attraverso farmaci, che con un intervento). Quello che al momento sembra indispensabile è un periodo di riposo per Khedira recentemente tornato in campo dopo l'ennesimo infortunio