Come sta Jan Vertonghen? Quali sono le condizioni del difensore belga? Martedì sera, a causa di uno scontro di gioco col portiere dell'Ajax – Onana -, ha subito un brutto colpo al viso che gli ha procurato una ferita [medicata in campo] e un forte trauma al setto nasale. Stordito per la botta, il calciatore è rimasto a terra per qualche minuto destando grande preoccupazione nei tifosi del Tottenham e nei compagni di squadra.

A destare impressione è stato anche il volto sporco di sangue: accasciatosi al suolo, è stato subito assistito dallo staff londinese prima di essere accompagnato a bordo campo. Vertonghen ha provato anche a rientrare ma è stato costretto a lasciare il rettangolo verde: barcollando e con le gambe quasi bloccate, il centrale degli Spurs ha guadagnato lo spogliatoio e poi trasportato in ospedale per accertamenti diagnostici.

Il bolletino medico ufficiale del Tottenham su Vertonghen

A fornire aggiornamenti sulla sua salute è lo stesso Tottenham che ha pubblicato un report dettagliato su quanto accaduto nell'andata della semifinale di Champions. Tre i punti essenziali: cosa è successo, come sta e quale sarà il percorso terapeutico che Vertonghen seguirà.

  • Jan Vertonghen è stato sottoposto nella giornata odierna a una ulteriore visita di controllo dopo aver riportato un infortunio alla testa nella semifinale di Champions League di martedì contro l'Ajax – si legge nella nota ufficiale -. Ha anche subito un piccolo taglio al naso che sanguinava in maniera vistosa. Il difensore belga è stato medicato sul campo dal nostro staff medico subito dopo l'incidente seguendo rigorosamente le linee guida della Football Association.
  • Dopo i primi riscontri medici è stato giudicato cosciente, ha risposto a tutte le domande correttamente e lucidamente. I nostri medici lo hanno ritenuto idoneo a tornare in campo. Jan è stato poi immediatamente richiamato in panchina dopo che il giocatore ha informato lo staff medico di alcuni sintomi conseguenti al trauma subito.
  • I test sulle sue condizioni continueranno nei prossimi giorni. Il giocatore non ha dato segnali negativi nella giornata odierna e resta costantemente monitorato. Nelle prossime ore Jan consulterà un neurologo specializzato in atleti d'élite.