Qui è tutto sotto controllo. Lo spavento è stato grande ma per fortuna sto bene. Mille grazie a tutti per i messaggi e per il pensiero che avuto per me.

Iker Casillas tranquillizza tutti da letto dell'ospedale di Oporto dove è stato ricoverato per un infarto del miocardio che lo ha colpito durante una seduta di allenamento. Il portiere spagnolo, che il prossimo 20 maggio compirà 38 anni, ha pubblicato sul profilo Instagram una foto che lo ritrae sorridente e con il pollice della mano sinistra verso l'alto come a indicare che nulla c'è di preoccupante e sta bene. Volto disteso dopo la paura, il numero uno dei ‘dragoni' è stato sottoposto a un trattamento cataterismo cardiaco resosi necessario per il malore improvviso manifestatosi mentre era al centro sportivo del Porto. I medici sono riusciti a liberare le arterie permettendo al cuore di ricevere il normale flusso di sangue e ossigeno.

Stagione finita, quando potrà tornare in campo

La sua situazione è costantemente monitorata ma è stato dichiarato fuori pericolo, ha solo bisogno di riposo assoluto. Quando potrà tornare in campo? La sua stagione può dirsi finita. Ora dovrà affrontare la fase di degenza e poi sottoporsi a tutti i controlli di rito prima di ricevere l'ok per tornare all'attività agonistica.

La storia degli infortuni di Casillas: in carriera ha saltato solo 14 gare

E' la prima volta in carriera che a Iker Casillas capita un incidente del genere. Mai ha sofferto di malesseri di questo tipo né ha accusato sintomi del genere nel corso della sua esperienza al Real Madrid dal '98 al 2015. Anzi, a leggere la storia dei suoi infortuni si evince come in passato abbia goduto sempre di ottima salute salvo qualche trauma che fa parte del gioco. Nessun infortunio grave alle spalle tanto da aver saltato appena 14 gare da quando è stato tra i pali dei blancos: 12 nella stagione 2012/2013 – dal 24 gennaio al 26 marzo, 1 giorni – per una frattura alla mano, un paio in quella successiva – dal 17 al 23 settembre 2013, 6 giorni – per un colpo alla spalla.