Quali sono le condizioni di David Ospina? Come sta il portiere del Napoli che, stordito nel corso del match con l'Udinese, è stato subito soccorso e poi trasportato all'Ospedale ‘San Paolo' perché venisse sottoposto a controlli clinici più approfonditi? Per fortuna il numero uno colombiano sta bene: è giunto al nosocomio partenopeo cosciente, accanto a lui c'era anche la moglie che – spaventata – ha lasciato lo stadio per essere accanto al marito.

Il ricovero per gli esami diagnostici. L'ex Arsenal ha effettuato una Tac total body che ha dato esito negativo ma confermato il trauma cranico che gli ha provocato il leggero malore avuto in campo. Il primo aggiornamento ufficiale lo dà la società che su Twitter ha pubblicato il report sullo stato di salute del calciatore.

Ospina ha avuto una crisi ipotensiva conseguente ad un trauma subito al 10’ del primo tempo con perdita di sangue, senza però aver perso coscienza – si legge nella nota del Napoli -. Ha fatto una tac dall’esito negativo e sarà trasferito a breve nella clinica Pineta Grande dove resterà in osservazione per le prossime 24 ore.

Come si è fatto male Ospina? L'azione che ha portato all'infortunio del portiere del Napoli è avvenuta dopo circa cinque minuti dal fischio d'inizio. Ospina, uscito dai pali per anticipare il calciatore dell'Udinese (Pussetto), è stato colpito alla testa dall'avversario. Rimasto a terra, stordito per la botta subita al capo, gli è stata applicata una medicazione e una fascia elatica a mo' di caschetto perché potesse continuare a giocare. Verso la fine del primo tempo il malessere che ha spinto il portiere ad accovacciarsi e poi stendersi sul rettangolo verde destando grande preoccupazione tra i compagni di squadra e il pubblico presente al San Paolo.

Fortunatamente non gli è successo niente di grave – ha confermato Ancelotti in conferenza stampa -. Ha fatto la tac ed è risultata negativa. Deve stare sotto controllo, ma sta bene. Era cosciente.