Quagliarella allunga ancora in vetta e intravede il titolo di capocannoniere. Zapata si conferma bomber da trasferta e mette nel mirino Pippo Inzaghi. CR7 fa 101 di testa con i club mentre Mertens supera Maradona. Queste e tante altre le principali curiosità riguardo ai bomber di questa trentacinquesima giornata della Serie A 2018/2019 che si conferma ancora una volta terreno fertile per i goleador come dimostra il fatto che tra i maggiori cinque campionati europei quello italiano è l'unico ad avere quattro giocatori con più di 20 gol segnati.

QuagliaRe non si ferma più, CR7 fa 101 di testa con i club

Trentaquattresima giornata che ha visto andare a segno quasi tutti i principali bomber che hanno fin qui animato questo campionato. Doppietta importante per il capocannoniere Fabio Quagliarella che nel pirotecnico pareggio in casa del Parma ha realizzato una doppietta portandosi a quota 25 reti, consolidando così la sua leadership nella classifica marcatori. Due gol importanti grazie ai quali blinda anche il terzo posto nella graduatoria della Scarpa d'oro alle spalle dei marziani Lionel Messi e Kylian Mbappé, supera Giuseppe Baldini (72 gol) al quarto posto dei migliori marcatori all-time con la maglia della Sampdoria in Serie A e si conferma al secondo posto tra i bomber over-30 nella storia del massimo campionato italiano alle spalle di Totò Di Natale. È valso invece ad evitare la sconfitta nel derby con il Torino il gol numero 21 di Cristiano Ronaldo che si conferma come uno dei migliori bomber di sempre per gol di testa (101 in carriera con i club).

Mertens aggancia Sallustro e supera Maradona

Gol storico anche quello messo a segno da Dries Mertens contro il Cagliari. Il belga infatti nel match del San Paolo ha realizzato il suo 82° gol con la maglia azzurra superando così la leggenda partenopea Diego Armando Maradona al terzo posto della classifica dei migliori marcatori all-time del Napoli nel massimo campionato italiano alle spalle di Antonio Vojak (102) e Marek Hamsik (100). Ma non solo. Quello messo in cascina contro i sardi è anche il 107° centro dal suo arrivo alle pendici del Vesuvio, centro che gli permette di agganciare Attila Sallustro al terzo posto della classifica dei bomber più prolifici della storia del club campano in tutte le competizioni.

Zapata mette nel mirino SuperPippo

Momento d’oro anche per altri due grandi bomber di questa Serie A. Continua a segnare infatti l’atalantino Duvan Zapata che con i suoi gol sta trascinando l’Atalanta in Champions League. Il colombiano, a segno anche contro la Lazio, è ora a quota 22 centri in questo campionato a due sole lunghezze da Filippo Inzaghi che con la maglia della Dea nella stagione 1996/1997 con 24 reti è ad oggi l’unico ad aver segnato più di Zapata in un singolo campionato di Serie A. Inoltre grazie al sigillo dell’Olimpico il numero #93 in maglia nerazzurra raggiunge Leo Messi in vetta alla graduatoria per gol realizzati in trasferta (15) nei top-5 campionati europei attualmente in corso.

La classifica marcatori dopo la 35a giornata della Serie A 2018/2019

  • 25 – Quagliarella (Sampdoria).
  • 22 – Zapata (Atalanta).
  • 21 – Piatek (Genoa/Milan); Ronaldo (Juventus).
  • 17 – Milik (Napoli).
  • 15 – Caputo (Empoli).
  • 14 – Immobile (Lazio); Mertens (Napoli); Petagna (Spal).
  • 13 – Belotti (Torino); Pavoletti (Cagliari).
  • 11 – Ilicic (Atalanta); El Shaarawy (Roma).
  • 10 – Icardi (Inter); Insigne (Napoli); Gervinho (Parma); Defrel (Sampdoria).
  • 9 – De Paul (Udinese).
  • 8 – Mandzukic (Juventus); Caicedo (Lazio); Inglese (Parma); Dzeko (Roma); Kolarov (Roma).
  • 7 – Joao Pedro (Cagliari); Benassi (Fiorentina); Ciano (Frosinone); Perisic (Inte); Babacar (Sassuolo); Berardi (Sassuolo).
  • 6 – Gomez (Atalanta); Orsolini (Bologna); Pulgar (Bologna); Santander (Bologna); Farias (Cagliari/Empoli); Stepinski (Chievo); Chiesa (Fiorentina); Muriel (Fiorentina); Simeone (Fiorentina); Martinez (Inter); Kean (Juventus); Higuaín (Milan); Suso (Milan); Kurtic (Spal); Lasagna (Udinese).
  • 5 – Hateboer (Atalanta); Mancini (Atalanta); Krunic (Empoli); Ciofani (Frosinone); Pinamonti (Frosinone); Veretout (Fiorentina); Gagliardini (Inter); Nainggolan (Inter); Dybala (Juventus); Kessié (Milan); Zielinski (Napoli); Fazio (Roma); Caprari (Sampdoria); Antenucci (Spal).
  • 4 – Pasalic (Atalanta); Pellissier (Chievo); Kouamé (Genoa); Lulic (Lazio); Keita (Inter); Politano (Inter); Emre Can (Juventus); Lulic (Lazio); Milinkovic – Savic (Lazio); Parolo (Lazio); Castillejo (Milan); Alves (Parma); Kucka (Parma); Cristante (Roma); Perotti (Roma); Zaniolo (Roma); Gabbiadini (Sampdoria); Ramirez (Sampdoria); Boateng (Sassuolo); Duncan (Sassuolo); Ferrari (Sassuolo); Baselli (Torino); Falque (Torino); Izzo (Torino); Pussetto (Udinese).
  • 3 – Castagne (Atalanta); Gosens (Atalanta); Rigoni (Atalanta); Destro (Bologna); Palacio (Bologna); Poli (Bologna); Ionita (Cagliari); Giaccherini (Chievo); Meggiorini (Chievo); Di Lorenzo (Empoli); Zajc (Empoli); Gerson (Fiorentina); Milenkovic (Fiorentina); Lazovic (Genoa); Pandev (Genoa); Sanabria (Genoa); Vecino (Inter); Bonucci (Juventus); Matuidi (Juventus); Acerbi (Lazio); Correa (Lazio); Luis Alberto (Lazio); Bonaventura (Milan); Cutrone (Milan); Callejon (Napoli); Ounas (Napoli); Ruiz (Napoli); Verdi (Napoli); Younes (Napoli); Barillà (Parma); Pastore (Roma); Schick (Roma); Under (Roma); Linetty (Sampdoria); Boga (Sassuolo); Felipe (Spal); Floccari (Spal); Ansaldi (Torino); Rincon (Torino); Zaza (Torino); Mandragora (Udinese).
  • Autogol: Wallace (Lazio -2); Djimsiti (Atalanta -1); Masiello (Atalanta – 1); Toloi (Atalanta – 1); Pulgar (Bologna – 1); Bradaric (Cagliari – 1); Ceppitelli (Cagliari – 1); Giaccherini (Chievo – 1); Bani (Chievo – 1); Capezzi (Empoli – 1); Silvestre (Empoli – 1); Lafont (Fiorentina – 1); Pezzella (Fiorentina – 1); Ariaudo (Frosinone – 1); Biraschi (Genoa – 1); Spolli (Genoa – 1); de Vrij (Inter – 1); Skriniar (Inter – 1); Emre Can (Juventus – 1); Badelj (Lazio – 1); Romagnoli (Milan – 1); Alves (Parma – 1); Gagliolo (Parma – 1); Tonelli (Sampdoria – 1); Lirola (Sassuolo – 1).