Giornata senza gol per i grandi bomber protagonisti di questo campionato. A secco infatti Cristiano Ronaldo, che i primi due della classifica marcatori Krzysztof Piątek, e Fabio Quagliarella che mantiene così la vetta solitaria della graduatoria. Ne approfitta Duvan Zapata che aggancia il polacco al secondo posto ad una sola lunghezza dal leader della graduatoria. Protagonisti della 33a giornata sono i bomber delle piccole Caputo e Petagna, i difensori goleador Alex Sandro e Bruno Alves, e i millenials Vignato e Traoré. Queste e tante altre le principali curiosità riguardo ai bomber di questa trentatreesima giornata della Serie A 2018/2019.

Mertens ad un passo da Maradona, solo Messi meglio di Zapata

Gol pesanti nel posticipo del lunedì tra Napoli e Atalanta. Da un lato il belga Dries Mertens che nel match del San Paolo ha messo a segno il suo ottantesimo gol in Serie A con la maglia azzurra portandosi così ad un solo centro dalla leggenda partenopea Diego Armando Maradona. Dall'altro invece il solito Duvan Zapata che contro i campani mette a segno la 14a rete in trasferta del suo campionato confermandosi uno dei migliori bomber da trasferta d'Europa. Soltanto Lionel Messi (15 gol), nei top 5 campionati europei in corso, ha infatti segnato di più lontano dalle mura amiche.

Caputo e Petagna nella storia di Empoli e Spal

Con tutti i grandi bomber delle big rimasti all’asciutto, protagonisti del 33° turno sono i goleador delle piccole con l’empolese Francesco Caputo e lo spallino Andrea Petagna su tutti. Il primo infatti con la rete realizzata contro la Spal è salito a quota 15 in classifica marcatori diventando il secondo miglior bomber dei toscani in un singolo campionato di Serie A: soltanto Francesco Tavano (19 gol) nella stagione 2005/2006 è riuscito a fare meglio. Con la doppietta messa in cascina nello stesso match del Castellani l’attaccante estense invece ha portato il suo bottino stagionale a 14 marcature, un bottino che gli ha consentito di prendersi il titolo di giocatore che ha realizzato piú gol in un singolo torneo di Serie A nella storia della Spal.

Vignato e Traoré: millennials alla ribalta

La 33a giornata sarà sicuramente una giornata da ricordare per il giovane Emanuel Vignato del Chievo che qualche anno fa nel ruolo di raccattapalle fu protagonista di un curioso siparietto con l'allora capitano della Roma  Francesco Totti. Il trequartista classe 2000 infatti nel match contro la Lazio ha trovato il suo primo sigillo in Serie A diventando così il terzo millenials italiano, dopo Pietro Pellegri e Moise Kean, a trovare la rete nel massimo campionato italiano oltre che il più giovane marcatore di questa stagione con i suo 18 anni 7 mesi e 27 giorni. Nella stessa giornata prima marcatura in A anche per un altro classe 2000, ovvero il centrocampista ivoriano dell’Empoli Hamed Traoré che nella sconfitta contro la Spal ha messo a segno il secondo gol dei toscani.

Alex Sandro e Bruno Alves difensori goleador

Giornata di gloria anche per due difensori goleador come Alex Sandro e Bruno Alves. Con il gol messo a segno contro la Fiorentina il brasiliano della Juventus ha infatti stabilito un nuovo primato per la Serie A: dato che a partire dal suo esordio in Serie A (settembre 2015) ad oggi è il difensore che ha preso parte attiva al maggior numero di più reti nel massimo campionato italiano, ossia 23 di cui 10 centri e 13 assist. Il centrale portoghese del Parma invece con la rete su calcio di punizione siglata contro il Milan è ad oggi l’unico difensore nei top 5 campionati europei ad aver segnato almeno due gol su calcio di punizione diretto nella stagione in corso.

La classifica marcatori dopo la 33a giornata della Serie A 2018/2019

  • 22 – Quagliarella (Sampdoria).
  • 21 – Zapata (Atalanta); Piatek (Genoa/Milan).
  • 19 – Ronaldo (Juventus).
  • 17 – Milik (Napoli).
  • 15 – Caputo (Empoli).
  • 14 – Immobile (Lazio); Petagna (Spal).
  • 12 – Pavoletti (Cagliari); Mertens (Napoli); Belotti (Torino).
  • 11 – Ilicic (Atalanta).
  • 10 – Icardi (Inter); Gervinho (Parma), El Shaarawy (Roma).
  • 9 – Insigne (Napoli); Defrel (Sampdoria); De Paul (Udinese).
  • 8 – Mandzukic (Juventus); Inglese (Parma); Dzeko (Roma).
  • 7 – Joao Pedro (Cagliari); Benassi (Fiorentina); Ciano (Frosinone); Perisic (Inte); Kolarov (Roma); Babacar (Sassuolo).
  • 6 – Gomez (Atalanta); Pulgar (Bologna); Santander (Bologna); Stepinski (Chievo); Chiesa (Fiorentina); Muriel (Fiorentina); Simeone (Fiorentina); Martinez (Inter); Kean (Juventus); Caicedo (Lazio); Higuaín (Milan); Berardi (Sassuolo); Lasagna (Udinese).
  • 5 – Hateboer (Atalanta); Mancini (Atalanta); Orsolini (Bologna); Farias (Cagliari/Empoli); Krunic (Empoli); Ciofani (Frosinone); Pinamonti (Frosinone); Veretout (Fiorentina); Gagliardini (Inter); Perisic (Inter); Dybala (Juventus); Kessié (Milan); Suso (Milan); Zielinski (Napoli); Caprari (Sampdoria); Antenucci (Spal); Kurtic (Spal).
  • 4 – Pellissier (Chievo); Kouamé (Genoa); Caicedo (Lazio); Lulic (Lazio); Keita (Inter); Nainggolan (Inter); Politano (Inter); Emre Can (Juventus); Lulic (Lazio); Milinkovic – Savic (Lazio); Castillejo (Milan); Alves (Parma); Cristante (Roma); Fazio (Roma); Perotti (Roma); Zaniolo (Roma); Gabbiadini (Sampdoria); Ramirez (Sampdoria); Boateng (Sassuolo); Duncan (Sassuolo); Antenucci (Spal); Baselli (Torino); Falque (Torino); Izzo (Torino); Pussetto (Udinese).
  • 3 – Gosens (Atalanta); Rigoni (Atalanta); Palacio (Bologna); Poli (Bologna); Ionita (Cagliari); Giaccherini (Chievo); Di Lorenzo (Empoli); Zajc (Empoli); Gerson (Fiorentina); Milenkovic (Fiorentina); Lazovic (Genoa); Pandev (Genoa); Sanabria (Genoa); Vecino (Inter); Bonucci (Juventus); Matuidi (Juventus); Acerbi (Lazio); Correa (Lazio); Luis Alberto (Lazio); Parolo (Lazio); Bonaventura (Milan); Cutrone (Milan); Callejon (Napoli); Ounas (Napoli); Ruiz (Napoli); Verdi (Napoli); Barillà (Parma); Schick (Roma); Under (Roma); Ferrari (Sassuolo); Linetty (Sampdoria); Ansaldi (Torino); Rincon (Torino); Zaza (Torino); Mandragora (Udinese).
  • Autogol: Djimsiti (Atalanta -1); Masiello (Atalanta – 1); Toloi (Atalanta – 1); Pulgar (Bologna – 1); Bradaric (Cagliari – 1); Ceppitelli (Cagliari – 1); Giaccherini (Chievo – 1); Bani (Chievo – 1); Capezzi (Empoli – 1); Silvestre (Empoli – 1); Lafont (Fiorentina – 1); Pezzella (Fiorentina – 1); Ariaudo (Frosinone – 1); Biraschi (Genoa – 1); Spolli (Genoa – 1); de Vrij (Inter – 1); Skriniar (Inter – 1); Emre Can (Juventus – 1); Badelj (Lazio – 1); Wallace (Lazio – 1); Romagnoli (Milan – 1); Alves (Parma – 1); Gagliolo (Parma – 1); Tonelli (Sampdoria – 1); Lirola (Sassuolo – 1).