A secco Cristiano Ronaldo, ancora ai box per infortunio, e il capocannoniere Fabio Quagliarella, la 31a giornata di Serie A consente a Krzysztof Piątek di agganciare in vetta alla classifica marcatori l’attaccante blucerchiato. Dries Mertens aggancia Edinson Cavani nella classifica all time dei bomber del Napoli, mentre Leonardo Pavoletti diventa il miglior bomber “di testa” d’Europa delle ultime quattro stagioni. Continua il mo mento d’oro del millenial Moise Kean che segna un gol ogni 47’ giocati: nessuno come lui nei principali campionati europei. Queste e tante altre le principali curiosità riguardo ai bomber di questa trentunesima giornata della Serie A 2018/2019 che si chiuderà lunedì con il posticipo Bologna-Chievo.

Piatek 10 e lode: vetta tra i marcatori e miglior bomber del Milan

Giornata senza gol per il capocannoniere principe di questo campionato, Fabio Quagliarella, che si vede così raggiunto in vetta dal milanista Krzysztof Piątek, che stacca il ulteriormente il cinque volte Pallone d’Oro Cristiano Ronaldo, ancora ai box per infortunio, e l’atalantino Duvan Zapata rimasto a secco contro l’Inter. Con la rete realizzata all’Allianz Stadium il polacco ha segnato la sua 10ª marcatura con il Milan (in 13 presenze in tutte le competizioni), diventando il miglior marcatore stagionale rossonero nonostante sia arrivato alla corte di Gattuso soltanto nel mercato di gennaio.

Pavoletti ‘testa d’oro’ d’Europa

Trentunesima giornata che ha visto andare a segno anche un altro centravanti con un passato al Genoa. Nel match contro la Spal della Sardegna Arena decisiva per la vittoria dei padroni di casa del Cagliari è stata la rete, l’undicesima in questo campionato, realizzata da Leonardo Pavoletti. Un sigillo frutto del solito perfetto colpo di testa che permette all’attaccante sardo di diventare il calciatore dei top 5 campionati europei ad aver realizzato il maggior numero di gol con questo fondamentale (23) dal 17 maggio 2015 ad oggi.

Mertens prende Cavani e punta al podio

Importante a livello statistico anche la rete realizzata da Dries Mertens contro il Genoa, anche lui, come Pavoletti, salito a quota 11 in classifica marcatori. Con quello che ha sbloccato il match del San Paolo con il Grifone infatti il belga ha segnato il gol numero 104 in maglia Napoli, bottino che gli permette di agganciare al quarto posto della classifica all time dei bomber partenopei l’uruguayano mai dimenticato alla pendici del Vesuvio, Edinson Cavani. Il prossimo obiettivo per il #14 azzurro è adesso il gradino più basso del podio, occupato da Attila Sallustro, che dista soltanto 4 lunghezze.

Nessuno come Kean in Europa: un gol ogni 47 minuti giocati

Vecchie conoscenze, ma anche giovani in rampa di lancio. Nel 31° turno infatti si prolunga il momento d’oro per il classe 2000 della Juventus Moise Kean che finisce nel tabellino dei marcatori anche contro diventando il secondo più giovane giocatore nei cinque maggiori campionato europei 2018/19 con almeno cinque gol all'attivo dopo il talento del Borussia Dortmund Jadon Sancho nonché il calciatore, tra quelli che hanno messo in cascina almeno due segnature, con il miglior rapporto gol/minuti giocati d’Europa (un sigillo ogni 47’ disputati).

La classifica marcatori dopo la 31a giornata della Serie A 2018/2019

  • 21 – Piatek (Genoa/Milan); Quagliarella (Sampdoria).
  • 20 – Zapata (Atalanta).
  • 19 – Ronaldo (Juventus).
  • 16 – Milik (Napoli).
  • 14 – Caputo (Empoli); Immobile (Lazio).
  • 12 – Petagna (Spal); Belotti (Torino).
  • 11 – Ilicic (Atalanta); Pavoletti (Cagliari); Mertens (Napoli).
  • 10 – Icardi (Inter); Gervinho (Parma).
  • 9 – Insigne (Napoli); El Shaarawy (Roma); De Paul (Udinese).
  • 8 – Mandzukic (Juventus); Inglese (Parma); Defrel (Sampdoria).
  • 7 – Benassi (Fiorentina); Ciano (Frosinone); Dzeko (Roma); Kolarov (Roma); Babacar (Sassuolo).
  • 6 – Gomez (Atalanta); Santander (Bologna); Joao Pedro (Cagliari); Stepinski (Chievo); Chiesa (Fiorentina); Muriel (Fiorentina); Simeone (Fiorentina); Martinez (Inter); Higuaín (Milan); Berardi (Sassuolo); Lasagna (Udinese).
  • 5 – Hateboer (Atalanta); Mancini (Atalanta); Farias (Cagliari/Empoli); Krunic (Empoli); Ciofani (Frosinone); Pinamonti (Frosinone); Veretout (Fiorentina); Gagliardini (Inter); Perisic (Inter); Dybala (Juventus); Kean (Juventus); Suso (Milan); Zielinski (Napoli); Caprari (Sampdoria); Kurtic (Spal).
  • 4 – Pellissier (Chievo); Kouamé (Genoa); Caicedo (Lazio); Lulic (Lazio); Keita (Inter); Politano (Inter); Emre Can (Juventus); Milinkovic – Savic (Lazio); Kessié (Milan); Cristante (Roma); Fazio (Roma); Perotti (Roma); Zaniolo (Roma); Gabbiadini (Sampdoria); Ramirez (Sampdoria); Boateng (Sassuolo); Duncan (Sassuolo); Antenucci (Spal); Baselli (Torino); Falque (Torino); Izzo (Torino); Pussetto (Udinese).
  • 3 – Gosens (Atalanta); Rigoni (Atalanta); Orsolini (Bologna); Palacio (Bologna); Poli (Bologna); Pulgar (Bologna); Ionita (Cagliari); Giaccherini (Chievo); Di Lorenzo (Empoli); Zajc (Empoli); Gerson (Fiorentina); Lazovic (Genoa); Pandev (Genoa); Sanabria (Genoa); Nainggolan (Inter); Bonucci (Juventus); Matuidi (Juventus); Acerbi (Lazio); Correa (Lazio); Luis Alberto (Lazio); Parolo (Lazio); Bonaventura (Milan); Castillejo (Milan); Cutrone (Milan); Callejon (Napoli); Ounas (Napoli); Ruiz (Napoli); Verdi (Napoli); Alves (Parma); Barillà (Parma); Schick (Roma); Under (Roma); Ferrari (Sassuolo); Linetty (Sampdoria); Rincon (Torino), Mandragora (Udinese).
  • Autogol: Djimsiti (Atalanta -1); Masiello (Atalanta – 1); Toloi (Atalanta – 1); Pulgar (Bologna – 1); Bradaric (Cagliari – 1); Ceppitelli (Cagliari – 1); Giaccherini (Chievo – 1); Bani (Chievo – 1); Capezzi (Empoli – 1); Silvestre (Empoli – 1); Lafont (Fiorentina – 1); Ariaudo (Frosinone – 1); Biraschi (Genoa – 1); Spolli (Genoa – 1); de Vrij (Inter – 1); Skriniar (Inter – 1); Emre Can (Juventus – 1); Badelj (Lazio – 1); Wallace (Lazio – 1); Romagnoli (Milan – 1); Alves (Parma – 1); Gagliolo (Parma – 1).