A secco Cristiano Ronaldo, ancora ai box per infortunio, e il capocannoniere Fabio Quagliarella, la 30a giornata di Serie A consente a Krzysztof Piątek e Duvan Zapata di staccare il portoghese e portarsi ad un solo centro dalla vetta della classifica marcatori. Ritorno in campo con gol da doppia cifra per Mauro Icardi che rilancia le ambizioni Champions della sua Inter. Belotti e Farias a segno contro le loro vittime preferite, Lasagna invece nel suo stadio preferito. Continua il mo mento d’oro del millenial Moise Kean e degli under 20 Zaniolo e Pinamonti. Queste e tante altre le principali curiosità riguardo ai bomber di questa trentesima giornata della Serie A 2018/2019.

Piatek e Zapata staccano CR7, Icardi è tornato

Giornata senza gol per il capocannoniere principe di questo campionato, Fabio Quagliarella, che vede così avvicinarsi il milanista Krzysztof Piątek e l'atalantino Duvan Zapata, ora distanti soltanto un gol dal capitano blucerchiato, che staccano il cinque volte Pallone d’Oro Cristiano Ronaldo, ancora ai box per infortunio. Ma tra i bomber di Serie A il vero protagonista di giornata è Mauro Icardi che dopo 53 giorni di polemiche e diatribe torna in campo in casa del Genoa mettendo fine al digiuno da gol che durava ormai da 109 giorni e piazzando anche l’assist per la rete di Perisic (non segnava e forniva un assist nella stessa partita di campionato dalla gara contro la Fiorentina dello scorso settembre). Con il rigore trasformato a Marassi il centravanti argentino sale in doppia cifra per la sesta volta in sette stagioni di Serie A.

Gol ‘abitudinari’ per Belotti, Gagliardini Farias e Lasagna

Nella top ten dei cannonieri di questo campionato fa due passi in avanti anche Andrea Belotti che con la doppietta realizzata contro la Sampdoria si è portato a dodici marcature stagionali ribadendo come la formazione blucerchiata sia la sua vittima preferita (7 reti in dieci sfide) in Serie A. A segno contro la propria vittima preferita anche il brasiliano dell’Empoli Diego Farias al 4° gol (in 7 confronti) con il Napoli. Stesso discorso vale anche per il centrocampista dell’Inter Roberto Gagliardini che ha segnato quattro delle sue sette reti in Serie A contro il Genoa, cioè le sue uniche due doppiette nella competizione. Non è l’avversario ad essere preferito ma lo stadio invece per Kevin Lasagna. L’attaccante dell’Udinese infatti, con quello messo a referto contro il Milan in questo turno di campionato, ha realizzato quattro gol in cinque partite di Serie A disputate a San Siro, inclusa la sua prima rete nella massima serie nel gennaio del 2016.

Solo Sancho meglio di Kean. Pinamonti ‘re’ dei bomber under 20

Grandi protagonisti tra i marcatori di giornata anche gli under 20 azzurri che continuano a mettersi in mostra a suon di gol in questo campionato. Si prolunga il momento d’oro infatti per il classe 2000 della Juventus Moise Kean che anche a Cagliari finisce nel tabellino dei marcatori diventando il secondo più giovane giocatore nei cinque maggiori campionato europei 2018/19 con almeno quattro gol all'attivo dopo il talento del Borussia Dortmund Jadon Sancho nonché il calciatore con il miglior rapporto gol/minuti giocati dell’intera Serie A (un sigillo ogni 52’ disputati).Stesso numero di reti per il gioiellino della Roma Nicolò Zaniolo a segno nell’ultimo turno contro la Fiorentina, ma il titolo di capocannoniere tra i bomber under 20 di questo campionato momentaneamente spetta però al centravanti, di proprietà dell’Inter ma in prestito al Frosinone, Andrea Pinamonti che contro il Parma ha messo in cascina il suo quinto centro nel torneo in corso.

Ilicic e Demiral: doppiette da record

Nei posticipi del lunedì sono invece due calciatori stranieri a prendersi la scena. Nel 4-0 del Sassuolo sul Chievo infatti il grande protagonista è il 21enne centrale di difesa arrivato in prestito dall'Antalyaspor a gennaio, Merih Demiral, autore addirittura di una doppietta, che diventa così il primo difensore turco a segnare nel massimo campionato italiano. Due gol in un'altra goleada anche per il trequartista sloveno dell'Atalanta Josip Ilicic che nel match contro il Bologna ci ha messo soltanto cinque minuti per mettere a referto le due marcature e portarsi a quota 11 reti in questo campionato (già eguagliato l'intero bottino della passata stagione, a solo due centri dal suo primato personale in Serie A).

La classifica marcatori dopo la 30a giornata della Serie A 2018/2019

  • 21 – Quagliarella (Sampdoria).
  • 20 – Zapata (Atalanta); Piatek (Genoa/Milan).
  • 19 – Ronaldo (Juventus).
  • 16 – Milik (Napoli).
  • 13 – Immobile (Lazio); Caputo (Empoli).
  • 12 – Petagna (Spal); Belotti (Torino).
  • 11 – Ilicic (Atalanta).
  • 10 – Pavoletti (Cagliari); Icardi (Inter); Mertens (Napoli); Gervinho (Parma).
  • 9 – Insigne (Napoli); El Shaarawy (Roma).
  • 8 – Mandzukic (Juventus); Inglese (Parma); Defrel (Sampdoria).
  • 7 – Benassi (Fiorentina); Ciano (Frosinone); Dzeko (Roma); Kolarov (Roma); Babacar (Sassuolo); De Paul (Udinese); Lasagna (Udinese).
  • 6 – Gomez (Atalanta); Santander (Bologna); Joao Pedro (Cagliari); Stepinski (Chievo); Chiesa (Fiorentina); Muriel (Fiorentina); Simeone (Fiorentina); Martinez (Inter); Higuaín (Milan).
  • 5 – Hateboer (Atalanta); Mancini (Atalanta); Farias (Cagliari/Empoli); Pinamonti (Frosinone); Veretout (Fiorentina); Gagliardini (Inter); Perisic (Inter); Suso (Milan); Zielinski (Napoli); Caprari (Sampdoria); Berardi (Sassuolo); Kurtic (Spal).
  • 4 – Orsolini (Bologna); Pellissier (Chievo); Krunic (Empoli); Ciofani (Frosinone); Kouamé (Genoa); Caicedo (Lazio); Keita (Inter); Politano (Inter); Emre Can (Juventus); Dybala (Juventus); Kean (Juventus); Milinkovic – Savic (Lazio); Kessié (Milan); Cristante (Roma); Fazio (Roma); Perotti (Roma); Zaniolo (Roma); Gabbiadini (Sampdoria); Ramirez (Sampdoria); Boateng (Sassuolo); Duncan (Sassuolo); Baselli (Torino); Falque (Torino); Izzo (Torino); Pussetto (Udinese).
  • 3 – Gosens (Atalanta); Rigoni (Atalanta); Palacio (Bologna); Poli (Bologna); Pulgar (Bologna); Ionita (Cagliari); Giaccherini (Chievo); Di Lorenzo (Empoli); Zajc (Empoli); Gerson (Fiorentina); Pandev (Genoa); Sanabria (Genoa); Nainggolan (Inter); Bonucci (Juventus); Matuidi (Juventus); Acerbi (Lazio); Correa (Lazio); Luis Alberto (Lazio); Lulic (Lazio); Parolo (Lazio); Bonaventura (Milan); Castillejo (Milan); Cutrone (Milan); Callejon (Napoli); Ounas (Napoli); Ruiz (Napoli); Verdi (Napoli); Alves (Parma); Barillà (Parma); Schick (Roma); Under (Roma); Ferrari (Sassuolo); Linetty (Sampdoria); Antenucci (Spal); Baselli (Torino); Rincon (Torino).
  • Autogol: Djimsiti (Atalanta -1); Masiello (Atalanta – 1); Toloi (Atalanta – 1); Pulgar (Bologna – 1); Bradaric (Cagliari – 1); Ceppitelli (Cagliari – 1); Giaccherini (Chievo – 1); Bani (Chievo – 1); Capezzi (Empoli – 1); Silvestre (Empoli – 1); Lafont (Fiorentina – 1); Ariaudo (Frosinone – 1); Biraschi (Genoa – 1); Spolli (Genoa – 1); de Vrij (Inter – 1); Skriniar (Inter – 1); Emre Can (Juventus – 1); Badelj (Lazio – 1); Wallace (Lazio – 1); Romagnoli (Milan – 1); Alves (Parma – 1); Gagliolo (Parma – 1).