La migliore strategia per comporre un attacco al fantacalcio, che garantisca un buon rapporto qualità-prezzo, equilibrio e tanti gol, consiste nel calibrare bene le scelte di un reparto che offre tante possibilità, ma spesso a costi elevati. Ecco perché l'ideale è saper distinguere tra top player da 20 gol, attaccanti con la doppia cifra quasi assicurata, elementi di complemento e scommesse che possono far la differenza (qui il listone degli attaccanti).

Oggi è in particolare alle ultime due categorie che vogliamo guardare suggerendovi alcuni elementi che, con un investimento ridotto, possono risultare ampiamente remunerativi. E siamo pronti a scommettere che tra i cinque nomi che vi proponiamo si annidano almeno due doppie cifre. Come facciamo ad esserne così sicuri? Non vi resta che continuare a leggere.

  1. Caputo (Sassuolo): nel suo caso, probabilmente, l'accezione di "low cost" sarà un po' relativa, perché dopo i 16 gol con l'Empoli alla sua prima vera stagione di serie A ci sarà da scucire qualche credito in più rispetto allo scorso anno. Riteniamo comunque che la sua valutazione sarà inferiore a quella di molti attaccanti inclusi nelle prime due fasce e, per di più, con il Sassuolo potrebbe riuscire anche a produrre cifre migliori.
  2. Donnarumma (Brescia): in coppia con lo stesso Caputo ha trascinato in serie A l'Empoli a suon di gol e assist (21 e 5 nel 2017-2018), salvo poi restare al piano di sotto e ripetere l'impresa con il Brescia, con cui le reti sono state 25 (e 7 i passaggi vincenti). Adesso lo attende l'esame della serie A che affronterà in coppia con Torregrossa, attaccante completo e complementare che con lui potrebbe strappare bonus e buone performance al fantacalcio, e nel sistema molto offensivo di Corini. Giusto farci un pensierino.
  3. Zaza (Torino): l'attaccante granata potrebbe essere il vero "underdog" di questo quintetto. La deludente ultima stagione (appena quattro gol inframezzati da errori spesso banali, o peggio clamorosi) ha lasciato il segno sulla sua valutazione ed è per questo che si potrebbe scommettere sul suo rilancio, incoraggiati peraltro dall'ottimo pre-campionato in cui Mazzarri lo ha impiegato spesso in coppia con Belotti trovando un'alchimia ancora più efficace.
  4. Pinamonti (Genoa): il talento dell'Inter è reduce dalla sua prima vera stagione da professionista in cui, nonostante il complicato campionato del Frosinone poi retrocesso è riuscito a realizzare cinque gol, per poi mettersi in mostra anche al Mondiale Under20 da leader di una Nazionale quarta. Adesso al Genoa arriva la grande occasione di un salto di qualità, potendo contare su una rosa cresciuta sensibilmente rispetto allo scorso anno e su un tecnico che fa del bel gioco offensivo il suo credo.
  5. La Mantia (Lecce): insieme a Donnarumma è stato il protagonista della classifica dei cannonieri dell'ultima B e come lui ha contribuito alla salita in A della sua squadra con 17 gol (e 8 assist). Dopo una lunga gavetta potrebbe farsi valere anche al piano di sopra, ma nel suo caso bisogna prestare attenzione alle ultime operazioni di mercato dei salentini che potrebbero infoltire la concorrenza.