Ha messo ko la Juventus, ha alzato al cielo la seconda Champions consecutiva, la quarta della sua strepitosa carriera e si prepara a mettere in bacheca il quinto pallone d'oro. Cristiano Ronaldo è il calciatore del momento, quello che tutti vorrebbero alla propria corte, anche mettendo sul piatto cifre astronomiche. Nelle ultime stagioni ci hanno provato in tanti a strapparlo al Real Madrid: dal Paris Saint Germain, al Manchester United fino alle nuove frontiere del calcio, Emirati arabi, Usa e Cina. Proprio le ricchissime società del Paese orientale sono quelle che non si sono mai scoraggiate di fronte alle chiusure delle merengues, e a quelle dello stesso giocatore intenzionato a giocare ancora ad altissimi livelli.

La super offerta cinese per Ronaldo

L'ultima conferma arriva dalla stampa spagnola e in particolare dal quotidiano AS: una società della Super League cinese ha preparato un'offerta mostruosa per CR7, già fatta recapitare al presidente madrileno Florentino Perez. Sul piatto 200 milioni di euro per il Real e un ingaggio eccezionale di 120 milioni a stagione per il calciatore portoghese. Una somma da capogiro, se si considera che l'acerrimo rivale di Ronaldo, Messi è pronto a firmare un rinnovo da 30 milioni di euro all'anno, vero e proprio record per un calciatore. Nei prossimi giorni i dirigenti di questa società, di cui misteriosamente non si conosce il nome, saranno a Madrid per incontrare dal vivo la presidenza del Real, dimostrando dunque di fare sul serio.

CR7 vuole restare al Real Madrid

Nonostante le cifre, al momento l'operazione ha minime possibilità di concretizzazione. E in primis è lo stesso giocatore ad aver, ancora una volta, chiuso la porta come confermato più volte dal suo agente Mendes. Ronaldo infatti vuole rimanere al Real Madrid come confermato dal rinnovo fino al 2021 di pochi mesi fa, con l'inserimento della clausolo di 1.000 milioni di euro. La stella portoghese che a 32 anni vive un momento di forma eccezionale, vuole continuare a vincere il maggior numero di titoli possibile sia a livello di club che individuale. Ecco dunque che la permanenza al Real non è in discussione, nonostante alcune risposte enigmatiche ("nulla è impossibile") alla stampa lusitana. E il club campione d'Europa dal canto suo non ha la minima intenzione di privarsi di un giocatore che sembra poter dare ancora tanto e che rappresenta l'idolo della tifoseria.