Una vittoria super quella della Juventus, capace di espugnare in rimonta Wembley contro il Tottenham e conquistare i quarti di finale di Champions. Un'impresa che però, resta sempre poca cosa da dedicare alla memoria di Davide Astori, secondo Giorgio Chiellini. Il centrale intervenuto nel post partita per commentare la prova dei bianconeri, non ha potuto non spendere parole di grande affetto per il suo ex compagno di Nazionale scomparso tragicamente domenica scorsa.

Chiellini ancora sconvolto per la morte di Astori

Una gioia, quella per la vittoria sul Tottenham che non può essere totale per un Chiellini che domani volerà a Firenze per partecipare al funerale del capitano della Fiorentina. Anche il perno della Juventus non riesce a trovare pace per la scomparsa del difensore: "Domani sarà un giorno difficile perché andremo a salutare il nostro amico e la vita purtroppo per noi va avanti, abbiamo tante cose a cui pensare, ma quando chiudi gli occhi, vedi tua figlia e pensi a quello che è successo diventa dura da accettare".

La speciale dedica di Chiellini ad Astori, e il pensiero sull'eredità in azzurro del capitano viola

E Chiellini non può che dedicare la vittoria ottenuta dalla Juventus a Wembley, allo sfortunato giocatore. Troppo poco, per ricordare un ragazzo che ha lasciato un'eredità importante in azzurro, che potrà essere preziosa per il nuovo corso della Nazionale: "Mi sembra anche riduttivo dedicargli la vittoria, mi auguro solo di portare avanti quello che Davide è stato per noi nel gruppo in Nazionale. Era molto più importante delle presenze che ha fatto. Il nuovo gruppo della Nazionale deve ripartire dal suo esempio, se c'è una speranza di rinascita lo faccia dal suo ricordo".

La Juve soffre, ma vince contro un grande Tottenham

Ai microfoni di Premium Sport, il forte difensore non ha potuto non parlare della partita, analizzata con grande lucidità. La Juventus ha sofferto contro una grande squadra, sfruttando però le armi a sua disposizione: "E' stata la partita difficile ma anche quella che pensavamo di fare. Nel primo tempo abbiamo sofferto, ma ci credevano, volevamo restare in partita perché eravamo certi di poter creare occasioni. La fortuna aiuta gli audaci e siamo stati squadra fino alla fine. Il Tottenham è una grande squadra, gli manca un "pelo" per vincere qualche trofeo e partite come queste. Noi abbiamo superato il turno meritatamente".

Qual è stata la differenza tra Juve e Tottenham, e il paragone con il Real

Cosa ha fatto la differenza tra Juventus e Tottenham? L'esperienza secondo Chiellini che ha fatto un parallelo con la sfida tra Psg e Real Madrid: "L'esperienza? All'andata il Psg era in controllo della partita all'andata, ma il nostro pensiero: ha vinto la storia, cioè il Real Madrid. Ogni volta Ronaldo fa gol e non è un caso. Cinque o sei anni fa non avevamo questa sicurezza ma anno dopo anno siamo cresciuti. Ora continuiamo a credere al nostro sogno, siamo tosti da battere a tutti". Una battuta anche sul calendario e gli obiettivi dei bianconeri: "Se guardo più il calendario della Champions o quello del campionato? Li so a memoria entrambi, anche gli anticipi e i posticipi (ride, ndr). Ci godiamo la serata fino a mezzanotte".