Come già capitato in passato con Maradona e Pelé, il dilemma su chi è più forte tra Cristiano Ronaldo e Leo Messi continua a coinvolgere molti tifosi. Se il campo non ha ancora dato una risposta definitiva, in Olanda c'è chi invece pensa di aver risolto il grande dubbio che spesso accompagna le partite del portoghese e dell'argentino. Secondo i ricercatori dell'università belga "KU Leuven" e gli esperti della "SciSports", società olandese specializzata in dati e statistiche, il più forte sarebbe Leo Messi.

C'è voluto dunque un calcolo scientifico per arrivare a questa conclusione, che ovviamente non troverà d'accordo tutti i tifosi della Juventus. Il responso finale è quindi arrivato dopo la ricerca dell'università e della società olandese, che hanno preso in esame tutte le partite delle dal 2013/14 al 2017/18 e valutato il parametro "VAEP".

Messi uomo squadra

Secondo il "Valicing Actions by Estimating Probabilities", che analizza tutta la partita di un giocatore e che comprende tiri, passaggi, dribbling, contrasti, sia in attacco che in difesa, l'attaccante del Barcellona avrebbe una media di 1,21 VAEP per partita contro quella di Cristiano Ronaldo fermo a 0,61. Le valutazioni dei due fenomeni, simili nelle prime stagioni, secondo l'università belga sarebbero cambiate dal 2015/16. Da quella stagione Messi avrebbe infatti dimostrato di essere più uomo squadra del portoghese staccandolo in questa speciale "competizione".

"Solitamente il valore di un calciatore viene determinato da gol e assist – ha spiegato il professor Jesse Davis al sito ‘Sporza' – Un gol è però un evento raro, perché in una partita si verificano in media 1600 azioni. La nostra formula ha preso in esame tutte queste, calcolandone così il loro valore. La grandezza di Messi sta nel fatto che produce molte azioni di elevato valore, mentre alcuni giocatori fanno tante azioni ma di valore meno elevato e altri, come lo stesso Ronaldo, ne fanno meno ma di grande impatto".