Qual è l'arbitro più sexy del mondo? La risposta è facile, si tratta di Karolina Bojar. La ventenne polacca, grande appassionata di calcio, già da diversi anni ricopre con successo il ruolo di direttore di gara. Una passione condivisa sui social e in particolare su Instagram dove la sua bellezza non è rimasta inosservata: quasi 155mila followers per la ragazza che è diventata una vera e propria celebrità sul web.

https://www.instagram.com/bojarmeow/?hl=it
in foto: https://www.instagram.com/bojarmeow/?hl=it

Chi è Karolina Bojar, l'arbitro più sexy del mondo

Karolina Bojar è stata considerata l'arbitro più bello del mondo. La ventenne polacca negli ultimi anni ha coltivato la sua passione per il calcio e per la direzione di gara, dimostrandosi sempre all'altezza della situazione. Lineamenti delicati, bellezza acqua e sapone ma piglio deciso per la Bojar che spesso e volentieri sui social condivide scatti che la ritraggono con la divisa gialla da arbitro. Grande tifosa del Legia Varsavia, la ragazza a poco a poco è diventata sempre più famosa su Instagram con il suo profilo che ha da poco superato i 150mila followers.

Perché Karolina Bojar ha deciso di diventare arbitro

Modella, ma anche studentessa di legge, Karolina Bojar vanta anche un passato nell'atletica leggera. Grazie al nonno però la ragazza polacca si è appassionata al calcio e dopo un corso di arbitraggio, ha iniziato la sua carriera sui campi dimostrandosi un "fischietto" molto affidabile. Queste le sue parole in un'intervista ai microfoni di ‘Wyborcza':

Nei primi minuti di partita i calciatori testano sempre i limiti della tolleranza dell’arbitro. So già che cercheranno di scoprire che cosa possono fare, cosa devono fare per essere ammoniti, e in fondo pensano che se l’arbitro è donna potrebbe essere meno severo. Quindi devo essere ancora più ferma nelle mie decisioni. Sto ancora imparando, ho molto da migliorare, ma i miei amici più esperti mi stanno aiutando tanto in questo. Tenendo bene a mente che la partita la sta guidando l’arbitro, non una donna vestita da arbitro. Il sesso non dovrebbe giocare alcun ruolo in campo.