16 settembre 2017. E' questa la data dell'ultima partita disputata in stagione da Manuel Neuer. Un calvario quello del forte portiere tedesco, che è ancora fermo ai box dopo l'operazione per la riduzione della frattura al quinto metatarso del piede sinistro. Un problema ripresentatosi per la terza volta in carriera per il classe 1986 che non ha certezze sul suo ritorno in campo. Il suo obiettivo ovviamente è ritrovare il terreno di gioco, ma guai a rischiare di accelerare i tempi con il rischio di saltare i prossimi Mondiali brasiliani con la Germania.

Perché Neuer non gioca da settembre. Cosa sappiamo del suo infortunio

Neuer a settembre ha dovuto fare i conti con una nuova frattura al quinto metatarso del piede sinistro. E' la terza volta che il portiere deve fare i conti con questo infortunio, proprio lui che è già costretto a giocare con una piastra di metallo nel piede destro. Ecco allora che dopo l'intervento di riduzione a settembre, i tempi di recupero sono stati lunghissimi, proprio per evitare ulteriori ricadute, e il riproporsi dell'infortunio.

Neuer e Neymar, stesso infortunio. Entrambi a rischio per il Mondiale

Come Neuer, anche Neymar ha riportato poche settimane fa la microfrattura del quinto metatarso del piede destro. Per lui si è parlato di due mesi di stop, dunque un periodo inferiore a quello del tedesco che ha pagato la recidività. Difficile però ipotizzare per il brasiliano un rientro nel finale di stagione con il Psg: molto più semplice invece pensare ad un ritorno in campo direttamente ai Mondiali, con la possibilità di recuperare la forma migliore, a meno di un pericoloso allungamento delle tempistiche che priverebbe il Brasile della sua stella. Un discorso molto simile a quello di Neuer e del suo entourage, anche alla luce delle buone prestazioni del suo sostituto Ulreich con la maglia del Bayern

Neuer scalpita, ma non ha certezze sui tempi di recupero

E il diretto interessato? Neuer si è espresso di recente sulle sue condizioni fisiche e sulla possibilità di un rientro in campo già nelle ultime sfide della stagione con il Bayern Monaco, prima del Mondiale da campione in carica. Queste le parole del portiere, tutt'altro che certo delle tempistiche per il ritorno: "Sono fiducioso di poter tornare in questa seconda metà di stagione, ma il grande obiettivo è il Mondiale. Alla Germania servo e io adoro giocare per la Germania".