Diego Simeone è carico. L'allenatore dell'Atletico Madrid è intervenuto nella classica conferenza stampa della vigilia prima del match di Champions in casa della Juventus. Il Cholo è consapevole della forza dei bianconeri, ma vuole cancellare il ricordo dell'ultima trasferta a Torino, con l'eliminazione in rimonta per la tripletta di Ronaldo. Proprio per questo la speranza è di mettere il match sui binari preferiti dai Colchoneros, per provare a conquistare i tre punti che regalerebbero la qualificazione agli ottavi.

Diego Simeone prima di Juventus-Atletico esalta Cristiano Ronaldo

Diego Simeone non ha dimenticato il pesante ko della scorsa stagione a Torino, quando la tripletta di un superlativo Ronaldo eliminò la sua squadra dalla Champions. L'Atletico ha imparato la lezione: "Si impara da tutto, non da una sola partita. Ci concentriamo sulla situazione in generale non su una partita singola". A tal proposito inevitabile una domanda sull'acerrimo rivale CR7, in dubbio per il match: "Ronaldo è un campione, l'abbiamo sempre sofferto, è un campione straordinario che sa fare bene in tutte le situazioni. È un numero uno, ma non credo assolutamente che sarà una sfida fra lui e l'Atletico. Siamo qui, nella bellissima casa della Juve, per disputare una bellissima partita contro tutta la squadra, che è forte".

Simeone e la gara contro la Juventus

Simeone è consapevole del valore dell'avversario, ma spera d'imporre il suo gioco allo Stadium: "Sappiamo bene che il calcio dipende dalle situazioni che si riescono a creare, domani dobbiamo arrivare il più possibile in area. Il modo in cui lavoriamo è questo: affrontare ogni partita dando il meglio. Quindi, dobbiamo cercare di portare la partita dove vogliamo. Il lavoro di Sarri? Sta cercando di trasmettere il suo messaggio ai giocatori, ma i conti si fanno in primavera. La Juventus ha tanti giocatori eclettici, che possono giocare in vari ruoli, e sapranno fare il meglio con questo allenatore. Sono sicuro che anche quest'anno saranno protagonisti in varie competizioni".

La formazione dell'Atletico contro la Juve

Se la Juventus vivrà la vigilia con il dubbio Ronaldo, anche l'Atletico deve fare i conti con l'incertezza sulle condizioni di quello che in molti considerano l'erede di CR7, ovvero Joao Felix. Simeone ne evidenzia così l'importanza: "È con noi da poco, un mese fa si è infortunato e non abbiamo potuto schierarlo ultimamente. Abbiamo molto bisogno di lui, perché è un giocatore diverso, con caratteristiche uniche, che non abbiamo nel resto della squadra. È umile, ha voglia di lavorare, quindi di sicuro crescerà". E a proposito della formazione: "Ci sono caratteristiche da considerare, ma è troppo presto per valutare i nuovi arrivati. Da Herrera a Felipe, tutti hanno fatto qualcosa di buono. Tutti i nuovi stanno crescendo, Lodi ha giocato anche in Nazionale. Vogliamo continuare a creare questo gruppo squadra".