Partita ‘pazza' nell'altro match del Girone dell'Inter. A Wembley il Barcellona vince 4-2 contro il Tottenham portandosi in testa al girone a punteggio pieno al termine di una gara che i blaugranna hanno prima rischiato di stravincere e poi addirittura di pareggiare con il forcing finale degli Spurs prima del secondo gol di Leo Messi che chiude definitivamente i giochi. Detto ciò andiamo a vedere il meglio e il peggio della gara giocata a Wembley del Girone B della Champions League 2018/2019 tra il Tottenham di Mauricio Pochettino e il Barcellona di Ernesto Valverde.

Messi illumina, ‘follia' Lloris: Coutinho ringrazia

Pronti, via e il Barcellona mette subito in chiaro che ha intenzione di mettere fine alla serie di risultati negativi arrivati negli ultimi dieci giorni e così ci pensa Lionel Messi, al primo pallone toccato, a premiare il solito inserimento nello spazio di Jordi Alba, lasciato colpevolmente solo da Trippier, che a sua volta, sfruttando una inspiegabile uscita a vuoto del portiere Lloris, serve Coutinho che a porta vuota non sbaglia portando in vantaggio gli ospiti dopo appena 90 secondi di gara.

Rakitic, insoliti errori e gol capolavoro

Il Tottenham entra in gara soltanto qualche minuto più tardi anche se fatica ad attivare il suo bomber principe Harry Kane. Gli Spurs non riescono però nemmeno a sfruttare l'insolito momento no di Ivan Rakitic autore di una serie di banali errori in fase d'impostazione e per vedere la prima conclusione verso la porta di Ter Stegen bisogna attendere il 25′ quando proprio Kane riesce a liberarsi sulla trequarti calciando poi da fuori area trovando però l'attenta risposta del numero uno blaugrana. Ma qualche minuto più tardi sono ancora gli ospiti a trovare la rete con quello che fino a quel momento era stato uno dei peggiori in campo, cioè Ivan Rakitic che colpisce splendidamente il pallone al volo dai 20 metri battendo ancora Lloris con la conclusione del croato che colpisce l'interno del palo prima di insaccarsi in fondo alla rete.

Tottenham alle corde

Svegliato dal secondo gol subito il Tottenham prova a reagire con le accelerazioni dei suo uomini d'attacco che mettono in apprensione la retroguardia blaugrana ma trovano un Ter Stegen molto reattivo sulla loro strada e un Lenglet bravo nel contenere anche nel duello corpo a corpo le iniziative di Harry Kane. Il Barça invece continua a fare la propria partita fatta di possesso palla, netta supremazia al centro del campo (con gli inglesi che pagano dazio per le pesanti assenze di Alli, Dembelè ed Eriksen), improvvise verticalizzazioni e giocate di Messi portando altri pericoli alla porta difesa da Lloris.

Messi show: due pali in fotocopia e gol

E in avvio di ripresa il copione non cambia: è ancora il Barcellona che va vicinissimo al gol con Leo Messi che sale in cattedra e per ben due volte al termine di una dirompente azione personale colpisce il palo graziando difatto Lloris e il Tottenham. Dopo i due legni colpiti dalla Pulce che potevano chiudere definitivamente il match, come accade spesso nel calcio, arriva invece il primo vero guizzo di Harry Kane che conclude in modo pregevole una veloce ripartenza Spurs dimezzando lo svantaggio. Neanche il tempo di festeggiare però che Leo Messi si rifà dei due errori precedenti andando a chiudere un lunghissimo triangolo con Jordi Alba (favorito anche dal doppio velo di Coutinho e Suarez)  e riportando sul doppio vantaggio i suoi.

Le statistiche di Leo Messi contro il Tottenham (fonte SofaScore)
in foto: Le statistiche di Leo Messi contro il Tottenham (fonte SofaScore)

Kane e Lamela rianimano gli Spurs, ma la chiude ancora la Pulce

Il Barcellona sembra allora in grado di addormentare il match congelando il possesso palla mettendo alle corde il Tottenham, ma un errore di Jordi Alba rivitalizza gli Spurs che trovano la rete del 3-2 con la conclusione di Lamela deviata da Lenglet che batte Ter Stegen riaprendo nuovamente un match che sembrava già in cassaforte per gli ospiti. E invece nel finale i padroni di casa prendono il sopravvento gettandosi in avanti alla disperata ricerca del gol che darebbe un pareggio impensabile soltanto qualche minuto prima. Ma con la squadra sbilanciata inevitabilmente vengono lasciati spazi enormi in difesa e così al 90′ ne approfitta ancora Leo Messi siglando la rete che vale la sua doppietta personale e, questa volta davvero, chiude definitivamente il match.

Le heatmaps di Tottenham e Barcellona nel match di Wembley (fonte WhoScored)
in foto: Le heatmaps di Tottenham e Barcellona nel match di Wembley (fonte WhoScored)

Tabellino e voti

Tottenham (4-2-3-1): #1 Lloris 4.5; #2 Trippier 5, #4 Alderweireld 5, #6 Sánchez 5, #33 Davies 5.5; #12 Wanyama 5.5 (dal 58′ Dier 6), #8 Winks 5.5; #27 Lucas Moura 6, #11 Lamela 6.5 (dal 79′ #18 Llorente sv) , #7 Son 5 (dal 67′ Sissoko 6); #10 Kane 6.5. All.: Pochettino 5.

Barcellona (4-3-3): #1 ter Stegen 6; #2 Semedo 6, #3 Piqué 6, #15 Lenglet 7, #18 Jordi Alba 7; #4 Rakitic 6.5, #5 Busquets 6.5, #8 Arthur 6; #10 Messi 7.5, #9 Suarez 6, #7 Coutinho 6.5 (dall'83' #12 Rafinha sv). All.: Valverde 6.5.