Non basterà vincere al Santiago Bernabeu alla Juventus. I bianconeri per conquistare le semifinali di Champions dopo lo 0-3 incassato all'Allianz Stadium, dovranno sì vincere, ma con 3 gol di scarto (oppure 0-4). Un risultato che avrebbe del clamoroso, anche alla luce dei precedenti contro i campioni d'Europa che dal canto loro non hanno mai perso davanti ai propri tifosi con uno scarto di 3 reti nelle competizioni europee. Una statistica che dunque complica ulteriormente il compito della squadra di Allegri nella sfida di mercoledì 11 aprile con fischio d'inizio alle ore 20.45 (e diretta tv in chiaro su Canale 5)

Il Real non ha mai perso con 3 gol di scarto in Champions

La Juventus per accedere alle semifinali dovrebbe vincere con 3 gol di scarto (oppure imponendosi per 4-0). Le statistiche però non giocano a favore dei bianconeri: il Real Madrid infatti nella sua storia non ha mai perso nelle competizioni continentali con una differenza di 3 reti. I ko non sono mancati per le merengues che però non si sono mai arrese davanti al proprio pubblico con uno scarto superiore alle due reti. E' accaduto contro l'Ajax nel 1995/1996, e nella semifinale d'andata contro il Barcellona del 2010/2011. Nella fase a gironi della Champions 2014/2015, i blancos incassarono addirittura 4 gol dallo Schalke, segnandone però 3.

I precedenti con la Juventus

C'è un precedente che fa sorridere la Juventus, ed è quello relativo alla Champions 2008/2009. In quell'occasione la formazione bianconera espugnò il Bernabeu grazie ad una doppietta di Alessandro Del Piero che poi incassò la standing ovation di tutto lo stadio. Uno 0-2 che però oggi non servirebbe per superare il turno alla squadra di Allegri che dovrà cercare di superarsi e riscrivere in una notte la storia del calcio.

L'altro dato statistico che spaventa la Juve in vista del ritorno dei quarti con il Real

C'è anche un altro dato che non può che preoccupare la Juventus, in vista del confronto valido per il ritorno dei quarti di finale di Champions League. Il Real Madrid nelle competizioni Uefa, solo in un'occasione su 32 casi è stato eliminato dopo aver vinto fuori casa all'andata. L'eccezione e risale al terzo turno di Coppa UEFA 1994/95 contro l'Odense BK, con un successo esterno per 3-2 seguito da una sconfitta casalinga per 2-0.