La nottata ha portato consiglio e ha "partorito" una constatazione condivisa da tutti i tifosi italiani: l'unico vincitore dopo il quarto di finale di Champions League è il Var. La decisione del fischietto inglese Oliver, arrivata quando tutti quanti ormai si aspettavano di vedere i due tempi supplementari di Real Madrid-Juventus, ha infatti cancellato qualsiasi dubbio sulla utilità e sull'efficacia del Video Assistant Referee: inspiegabilmente snobbato dai vertici dell'Uefa.

Il calcio di rigore fischiato a pochi secondi dal termine del match, ha così dato forza allo schieramento di chi chiede l'utilizzo del Var in qualsiasi partita di calcio e inevitabilmente spaccato l'opinione pubblica anche in Spagna, dove i principali quotidiani hanno preso posizioni diverse in merito alla decisione del direttore di gara britannico.

Le reazioni di tutta Europa

I giornali vicini al Barcellona, hanno infatti titolato contro il penalty assegnato al Real Madrid. Il quotidiano "Sport" ha sparato in prima pagina e a caratteri cubitali un titolo che non lascia spazio ad interpretazioni ("La rapina del secolo"), mentre il "Mundo Deportivo" ha preferito utilizzare il sarcasmo per dare addosso al fischietto inglese ("Maestro in arbitraggio") e ha parlato di "un rigore molto dubbio". Ovviamente diversa l'opinione dei quotidiani storicamente legati al club di Florentino Perez.

Il noto "Marca" ha parlato di rigore netto, pubblicando una foto del contatto Benatia-Vazquez e il titolo "Era rigore". L'altro giornale vicino al Real Madrid, ovvero "AS", ha invece definito l'episodio del rigore "interpretabile". Del clamoroso finale della sfida del Bernabeu, si è parlato anche in altri principali quotidiani europei. In Francia, ad esempio, "l'Equipe" ha commentato l'epilogo tirando in ballo la buona stella del Real Madrid. In Germania e in Inghilterra, infine, hanno puntato ancora su Cristiano Ronaldo: anche in questa occasione, l'uomo decisivo della partita.