A poche ore dal primo allenamento stagionale di Dimaro, e proprio mentre Maurizio Sarri sta per firmare con il Chelsea, un'indiscrezione di mercato ha sollecitato l'entusiasmo della tifoseria del Napoli. Le ultime notizie relative ai movimenti del club partenopeo, rivelano infatti di un presunto tentativo di Aurelio De Laurentiis per Edinson Cavani. Il presidente azzurro, di fronte all'arrivo di Cristiano Ronaldo in Italia, sarebbe dunque tentato di sconvolgere nuovamente il mercato con il clamoroso ritorno del "Matador".

L'operazione, che non ha però trovato conferme in ambito partenopeo, al momento è però da intendersi solo come un suggestivo sogno di mezza estate. Sedersi al tavolo con la dirigenza del Paris Saint-Germain per l'uruguaiano, significherebbe infatti pianificare un investimento economico particolarmente importante per un calciatore di 31 anni: pagato 70 milioni di euro cinque anni fa e ora valutato almeno 50 min.

La strategia di De Laurentiis

La voglia di rivedere Cavani al San Paolo, il desiderio di accontentare Ancelotti e il desiderio di rispondere al colpo CR7, potrebbero dunque solleticare le ambizioni di Aurelio De Laurentiis: atteso da un incasso di più di sessanta milioni di euro dal Chelsea per il cartellino di Jorginho e per l'affare Sarri. Con il Paris Saint-Germain costretto a vendere, e con Cavani pronto a salutare Neymar (con il quale non ha mai legato), il patron del Napoli potrebbe dunque provare a trattare con Nasser Al-Khelaïfi.

Davanti alla richiesta di partenza del Psg e alla presunta valutazione fatta dal Napoli (35 min), i due club potrebbero così accordarsi per quaranta milioni di euro: una cifra comunque importante, che la società azzurra dovrebbe ammortizzare con le sponsorizzazioni e con le operazioni di marketing. A Cavani, invece, De Laurentiis arriverebbe ad offrire un ingaggio di 25 milioni di euro da spalmare su 3/4 anni e l'opzione per la gestione di parte dei diritti d'immagine.