Leonardo Bonucci ha postato nelle storie di Instagram un messaggio e una foto che avrebbero dovuto spegnere le polemiche scaturite dalla parole pronunciare a caldo dopo la vittoria con il Cagliari. Il difensore della Juventus aveva rimproverato bonariamente Kean che, segnata la rete del raddoppio, aveva esultato quasi sfidando gli imbecilli della curva rossoblù che lo offendevano.

"La colpa è al 50% dei tifosi e al 50% sua", una proporzione quella fatta dall'ex milanista che ha scatenato le proteste in Rete: il tam tam è arrivato anche al di là della Manica, in Inghilterra, laddove prima Sterling ("che ridere", il messaggio ironico) e poi Yaya Tourè hanno censurato quelle dichiarazioni. Il motivo? Non si attacca un compagno di squadra in quel modo, soprattutto se il compagno di squadra è nel mirino per il colore della pelle e viene discriminato.

Avere un tuo compagno di squadra che ti attacca e dice cose come quelle è incredibile – ha ammesso Yaya Touré -. E' stata un'assoluta mancanza di rispetto. Bonucci dovrebbe essere un po' più intelligente.

Il messaggio di Pogba: Italiani, svegliatevi

Sull'episodio che ha visto protagonista Kean sono intervenuti anche altri due juventini, Paul Pogba e Patrice Evra, entrambi compagni di squadra anche di Blaise Matuidi (centrocampista della Juventus) nella Francia. "Sostengo ogni lotta contro il razzismo, siamo tutti uguali – ha scritto Pogba su Instagram -. Italiani svegliatevi, non potete lasciare un piccolo gruppo razzista vi faccia fare queste figure".

Evra: Bravo Kean hai fatto bene a difenderti così

Massima solidarietà da parte del terzino (ex bianconero) nei confronti del giovane attaccante: altro che atteggiamento provocatorio, la sua è stata una reazione comprensibile e condivisibile. "Certe cose non sono accettabili nel calcio o in qualsiasi parte del mondo – ha scritto su twitter -. Moise Kean hai fatto bene perché così ti sei difeso e hai mostrato loro chi è il capo.