José Maria Callejon a ruota libera. L'esterno offensivo del Napoli in una lunga intervista ai microfoni di Sky ha affrontato tanti argomenti. Dall'intrigante confronto nei quarti di finale di Europa League con l'Arsenal, alla stima per Carlo Ancelotti e per il compagno di squadra Lorenzo Insigne, alla lotta scudetto con la Juventus con gli azzurri che non hanno intenzione di mollare la presa nonostante i 15 punti di distacco dalla capolista. Fino alla voglia di restare a Napoli e prolungare il contratto

Callejon e la sfida tra Napoli e Arsenal in Europa League

L'urna di Nyon non è stata benevola con il Napoli, abbinato all'Arsenal nel doppio confronto dei quarti di finale di Europa League. L'attaccante crede nelle possibilità degli azzurri pur riconoscendo il valore dei Gunners: "Abbiamo fiducia in quello che stiamo facendo in Europa, abbiamo affrontato due squadre difficili come Zurigo e Salisburgo, abbiamo avuto un po' di difficoltà nel ritorno in Austria, ora ci tocca l'Arsenal. I dettagli fanno la differenza contro le grandi, per noi sarà dura a Londra, sarà importante far gol in Inghilterra e poi al ritorno daremo tutto in campo con l'aiuto del San Paolo".

Callejon esalta Insigne e il feeling con Ancelotti

Contro l'Arsenal Callejon e il Napoli sperano di poter ritrovare Lorenzo Insigne reduce da un infortunio. Lo spagnolo esalta il compagno: "Ci troviamo bene dal primo giorno, ci siamo capiti subito, lui ha questo tipo di passaggi e io questo taglio che ormai faccio da anni, ci troviamo bene, abbiamo i tempi giusti e speriamo di fare ancora gol cosi". A proposito di feeling, eccellente anche quello con Carlo Ancelotti: "E' un grandissimo allenatore, mi piace molto il suo modo di pensare, di farci stare in campo, di allenare, di gestire lo spogliatoio e il rapporto con calciatori, mi piacciono i consigli che ci dà. Ha tanta esperienza, ha vinto tanti titoli e allenato squadre forti, ma la prima cosa che mi ha colpito è che è stato lui a chiedere consigli a noi, ci ha chiesto dove preferivamo giocare e come. Prima di essere un grande allenatore è una grande persona e questa è la cosa più importante".

La lotta scudetto tra Napoli e Juventus

Una battuta anche sulla lotta scudetto con la Juventus. Per Callejon fino a quando la matematica lo permetterà gli azzurri crederanno nella rimonta sui bianconeri: "La Juventus è una squadra forte. Sono forti da tanti anni e lo sono ancora adesso. Sono una bellissima squadra e quest’anno, con Cristiano Ronaldo, hanno fatto un altro passo in avanti. Noi facciamo il nostro lavoro, abbiamo una grande squadra e abbiamo lottato con loro nelle due partite in cui ci siamo affrontati in campionato. Non è andata bene, ma siamo ancora là. Siamo secondi, non è ancora finita e non dobbiamo mollare nulla perché, come ho sempre detto, abbiamo fatto un grande lavoro dall’inizio dell’anno fino ad adesso, quindi dobbiamo continuare fino alla fine".

Callejon e il futuro al Napoli

In conclusione Callejon parla anche del futuro. Lo spagnolo che ha un altro anno di contratto, apre ad un prolungamento: "Ho ancora un anno di contratto e vorrei restare, sono molto felice qui, lo è anche la mia famiglia, ho due figlie napoletane, la grande è come se lo fosse, parla il napoletano e ha amici napoletani, la gente mi vuole bene, dovrò parlare con il presidente e vedremo se riusciremo a trovare un accordo"