Lo scudetto del 2006 resta all'Inter. È questo il verdetto del Tribunale Federale Nazionale – sezione Disciplinare riunitosi ieri a Roma che ha rigettato l'istanza di sospensione promossa dalla Juventus dichiarando "inammissibile", il ricorso presentato dalla società bianconera. Quest'ultima aveva cercato di ottenere l'annullamento della delibera con cui il Consiglio federale nell'estate 2011 dichiarava la mancanza di presupposti giuridici per la revoca del titolo assegnato all'Inter per le conseguenze dello scandalo Calciopoli, che portò poi alla retrocessione in B della Vecchia Signora.

Scandalo calciopoli, perché nel 2005/2006 lo scudetto fu assegnato all'Inter

Il campionato di Serie A 2005/2006 fu vinto dalla Juventus, ma al termine della stagione e a seguito delle sentenze dello scandalo Calciopoli (a seguito del quale emersero rapporti illeciti tra dirigenti sportivi e rappresentanti della classe arbitrale allo scopo di alterare i risultati di determinate partite del campionato 2004-2005) la classifica del torneo venne stravolta. La Juventus fu declassata all'ultimo posto, con la conseguente retrocessione in B e il ripescaggio del Messina; 30 punti di penalizzazione toccarono invece a Milan, Lazio e Fiorentina modificando il quadro delle coppe europee. La Figc dunque assegnò lo scudetto all'Inter, che sul campo era giunta terza a 15 punti dai bianconeri

Lo scudetto 2006 resta all'Inter, il ricorso della Juventus al Tribunale Federale Nazionale dichiarato inammissibile

Nella giornata di ieri il Tribunale Federale Nazionale – sezione Disciplinare riunitosi a Roma ha rigettato l'istanza di sospensione promossa dalla Juventus e dichiarato "inammissibile" il ricorso presentato dalla società bianconera "tendente ad ottenere l'annullamento della delibera del Consiglio Federale della Figc – in data 18/07/2011 n. 219/CF, pubblicata il 19/07/2011, di revoca in autotutela del provvedimento del commissario straordinario della Figc Avv. Guido Rossi del 26/07/2006 – di assegnazione del titolo di Campione d'Italia per il campionato italiano di calcio di Serie A, anni 2005-2006, al FC Internazionale Milano Spa". Lo scudetto dunque del campionato 2005/2006 resta di fatto all'Inter

Perché il TNF ha respinto il ricorso della Juventus

Nel dispositivo firmato dal presidente del Tribunale Federale Nazionale Cesare Mastrocola, si rileva che la società bianconera nei mesi scorsi aveva presentato un analogo ricorso al Collegio di garanzia del Coni, presieduto da Franco Frattini, e che lo stesso Tribunale aveva così disposto il rinvio della trattazione del procedimento in atteso della pronuncia del Collegio. Nello scorso maggio il Collegio ha dichiarato inammissibile il ricorso della Juventus sullo scudetto 2005/2006 e per questo, "verificata la sostanziale identità tra i due procedimenti promossi parallelamente dinanzi al Tribunale federale e al Collegio di Garanzia", il Tribunale si è espresso respingendo a sua volta il ricorso.