Il mercato è ancora chiuso ma le grandi società d'Europa sono già al lavoro per cercare eventuali rinforzi. Tra le più attive ci sono certamente Real Madrid, Barcellona e Paris Saint-Germain: tutte e tre scatenate su un unico obiettivo. Il giocatore finito nel mirino delle due superpotenze della Liga e della società di Nasser Al-Khelaifi è il napoletano Kalidou Koulibaly. Secondo "Marca" in pole position ci sarebbe il club di Florentino Perez, che dopo aver valutato dei profili più giovani si sarebbe ora convinto dell'utilità del ventisettenne franco-senegalese.

Il derby tutto spagnolo è però appena cominciato. Alla mossa dei "Blancos", il Barcellona ha infatti risposto pochi giorni fa in occasione della sfida di Champions League tra il Napoli e il Liverpool. Sulle tribune del San Paolo, per osservare da vicino Koulibaly, c'era infatti Ariedo Braida: ex dirigente del Milan e oggi uomo mercato dei blaugrana. Un interesse reale quello dei catalani, che dovranno però fare i conti con la richiesta economica molto alta di Aurelio De Laurentiis.

Anche il Paris Saint-Germain alla finestra

Dopo aver rinnovato il contratto al suo giocatore fino al 2023 (con relativo aumento di ingaggio a 3,5 milioni netti a stagione), il patron partenopeo non è infatti intenzionato a vendere il suo difensore per meno di 100 milioni di euro: una cifra che non spaventa certo la ricca proprietà del Psg, anche lei decisa a partecipare all'asta per il nazionale senegalese.

I campioni di Francia saranno tra l'altro i prossimi avversari del Napoli in Champions League. Nel terzo turno del gruppo C, Hamsik e compagni saranno di scena proprio al Parco dei Principi. Una super sfida che Koulibaly ha anche rischiato di non poter giocare, a causa del problema che ha accusato durante il ritiro con il Senegal. Ancelotti e il suo staff hanno però tirato un sospiro di sollievo. Il risentimento al flessore non preoccupa e il senegalese sarà molto probabilmente al suo posto anche nel prossimo impegno di campionato con l'Udinese.