Il futuro di Pablo Daniel Osvaldo potrebbe essere spagnolo. L’ex attaccante juventino, che ha da poco chiuso la sua esperienza con il Boca Juniors, con cui nel giro di pochi mesi ha dato il meglio e il peggio di sé e che non è riuscito a giocare con il fraterno amico Tevez, adesso potrebbe ripartire dal Betis Siviglia, gloriosa squadra spagnola che dopo qualche anno è tornata nella Liga. Il Betis pensa in grande e lo sta facendo con Eduardo Macia, ex uomo mercato della Fiorentina, che da esperto e valido uomo mercato sta cercando un grande colpo per la squadra nuovamente guidata da Pepe Mel, che ha avuto nel recente passato anche un’esperienza in Premier League.

I media argentini e quelli spagnoli parlano di un’offerta da 600mila euro netti a stagione che Macia avrebbe fatto a Osvaldo, il quale avrebbe declinato ritenendo troppo bassa quella proposta. Macia è giunto fino a 750mila euro netti all’anno, la cifra più alta possibile per questo club. Tanto infatti guadagneranno i calciatori più noti del Betis Ruben Castro e l’olandese Rafael Van der Vaart. Osvaldo ci starebbe pensando, anche per una nuova esperienza spagnola lo intriga parecchio – l’italo-argentino ha già giocato nella Liga, qualche anno fa vestì la maglia dell’Espanyol. In rosa il Betis in avanti ha, oltre a Castro e Molina, anche l’italo-francese Rennella, ex del Cesena. Osvaldo potrebbe far coppia dunque con Van der Vaart, un calciatore dalla lunga carriera che ha vestito più di cento volte la maglia della nazionale olandese. Il ventinovenne attaccante, che negli ultimi undici anni ha vestito le maglie di dodici squadre diverse, se dovesse accettare l’offerta del Betis cambierà la terza squadra in questo 2015. Macia se non dovesse riuscire a chiudere con l’ex di Inter e Roma potrebbe puntare su Maxi Lopez del Torino, altro calciatore abituato a cambiare squadre con una certa frequenza.