In campo per i tre punti, pesantissimi nello scontro diretto all'Allianz Arena di Torino, ma anche un confronto sempre acceso sul calciomercato: Juventus e Lazio incrociano i propri destini calcistici non solo per 90 minuti. A margine della partita che vale l'anticipo del sabato per l'ottava giornata, si sovrappongono nuove indiscrezioni su possibili cessioni e acquisti tra le due società. Già in estate si era andati vicinissimi al passaggio di Keita in bianconero, poi sfumato per l'accelerazione del Monaco, e ora si discute animatamente su un altro giocatore simbolo del gruppo di Simone Inzaghi: Milinkovic-Savic.

Milinkovic e il mercato.

Le manovre della Juventus.

La Juventus, non è un mistero, è alla ricerca della quadratura in mediana: i bianconeri di Allegri sono belli e forti ma non ancora perfetti, tanto da guardarsi intorno senza tregua ad individuare nuovi giocatori utili al progetto. Tra questi, nei giorni scorsi, è circolata insistente la voce per cui proprio Milinkovic-Savic fosse un obiettivo del prossimo mercato di Marotta e Paratici.

Punto fermo della Lazio.

Voci mai confermate, ma presenti a tal punto che nell'immediato prepartita di Torino, l'argomento è stato oggetto di discussione con Igli Tare, il direttore sportivo della Lazio che ha dovuto smentire contatti tra i due club per gestire il futuro del centrocampista. Che ha appena rinnovato con la Lazio e che per Inzaghi è un punto di riferimento in campo mentre per i tifosi è già un idolo con cui si identificano i colori bianco-celesti.

70 milioni di partenza.

Il valore del giocatore è legato ovviamente alle prestazioni e alle qualità messe in campo e ad oggi, Milinkovic-Savic è uno dei centrocampisti migliori della nostra serie A: "Vale 70 milioni? Il valore lo fa il campo: sono arrivate anche proposte più alte per lui ma non dalla Juve. Lo considero un giocatore dai margini di miglioramento importanti e riuscirà a fare una carriera di livello. Comunque ha rinnovato il contratto sei mesi fa: speriamo possa essere un nostro simbolo per il futuro".

Milinkovic e la Lazio.

Il salto di qualità.

Uno dei giocatori che, ha sottolineato Tare, ha permesso alla Lazio di accorciare il gap tecnico con le migliori di sempre, Roma, Napoli e – ovviamente – Juventus. Insieme a lui, anche Luis Alberto e Lucas Leiva hanno alzato l'asticella della qualità in campo: "Questa Lazio e' diversa, ha due giocatori come Luis Alberto e Lucas Leiva che fanno giocare bene tutta la squadra. La Juventus e' avanti a noi per quanto riguarda la mentalità e la qualità di gioco, ma la Lazio sta accorciando questo divario. Dobbiamo recuperare ancora Felipe Anderson e Nani che deve trovare la miglior condizione"