Ha sfiorato la prima convocazione nella Nazionale maggiore, ma per lui si tratta soltanto di un importante appuntamento soltanto rimandato. Già protagonista con la maglia del Brescia e con quella dell'Under 19 italiana, Sandro Tonali è il giocatore sul quale hanno già messo gli occhi il commissario tecnico Roberto Mancini e molti club italiani e stranieri. Classe 2000, cresciuto ed esploso definitivamente con la formazione lombarda, il centrocampista lodigiano si è infatti guadagnato l'etichetta di "nuovo Pirlo" e ha già raggiunto una quotazione che sfiora i venti milioni di euro.

Il viaggio degli osservatori del Chelsea

Dopo aver rimandato al mittente le avance di Juventus, Roma, Inter, Milan e Napoli, il presidente Cellino dovrà però ascoltare anche quelle del Chelsea di Maurizio Sarri: che avrebbe voluto portarlo anche al Napoli nella scorsa stagione. Secondo i tabloid inglesi, il club londinese sarebbe pronto a puntare sul ragazzo e a sborsare 25 milioni di euro per portarlo in Premier League. La conferma della volontà dei "Blues" è arrivata in occasione della recente partita con il Padova, quando a seguire da vicino Tonali c'erano sulle tribune anche alcuni osservatori della società di Stamford Bridge.

L'offerta irrinunciabile

Massimo Cellino, che si è ritrovato in casa un gioiello proprio come gli capitò in passato con Nainggolan, gonfia il petto e aspetta offerte irrinunciabili. Dopo aver rinnovato fino al 2021 con il giocatore, il patron delle "Rondinelle" ha già fatto capire che venderà il suo centrocampista solo per una cifra "monstre". "Al Brescia è arrivato per caso – ha raccontato a calciomercato.com il suo agente, Roberto La Florio – Lo volevano la Fiorentina, il Milan, l'Inter: tutte pronte a promettergli un provino da settimane e per settimane, ma senza fissarlo definitivamente. Il Brescia invece lo ha testato in 24 ore e preso immediatamente dopo il suo provino".