Oramai ci sarà il cambio della guardia in avanti. L'attacco giallorosso cambierà interpreti e protagonisti. Il primo della lista a lasciare il proprio posto sarà il gigante bosniaco Edin Dzeko che chiuderà la propria avventura in Capitale. Il suo contratto scadrà nel 2020 e non sarà rinnovato e dovrà essere ceduto la prossima estate prima di ritrovarsi con un parametro zero che nessuno vuole.

L'idea dei giallorossi è cercare un’alternativa di livello, ripartendo ovviamente anche dall'investimento fatto per Schick. Dopotutto le ultime prestazioni di Dzeko dimostrano che qualcosa si sia rotto con la società: sempre più nervoso e meno efficace rispetto al passato il mercato si è già mosso per sondare il terreno con West Ham e Inter, prime alternative.

Perché Dzeko sarà ceduto in estate

Ovviamente perché il cartellino vale ancora qualcosa fino ad agosto 2019 poi diverrà un parametro zero in scadenza nel 2020 e il giocatore si potrebbe accordare con serenità senza che la Roma riesca a guadagnarci qualcosa. Improponibile per una società che ha appena perso la Champions League e che rischia seriamente di non entrarci l'anno prossimo, con un possibile mancato ricavo di circa 60 milioni. 

Un anno deludente in giallorosso

Dzeko è arrivato dal City nel 2015, è al suo quarto anno in giallorosso, ha 33 anni e sembra che il suo meglio in Capitale lo abbia già dato. Quest'anno c'è stata una flessione evidente, con meno gol rispetto al passato ma soprattutto meno decisivi perché in ogni sfida che contava (con le big della Serie A) è andato sempre a vuoto. Le ultime frizioni (la festa con ballerine e sorrisi), dopo la sconfitta con la Spal, hanno fatto il resto recidendo l'ultimo filo con club e tifoseria.

Perché l'Inter è interessata a Dzeko

Dzeko è considerato un giocatore più che maturo, pronto, esperto. In più presenta l'identikit ideale in campo, con tutte le caratteristiche tecniche per guidare l’attacco nerazzurro, anche al netto dei 33 anni appena compiuti. L’Inter si sarebbe già informata della disponibilità del giocatore che gradirebbe restare in Italia e sposerebbe la causa nerazzurra con la garanzia di un possibile tridente insieme a Lautaro e Dybala.

Quanto costa e a quale punto è la trattativa

Rispetto al gossip di mercato su Dybala, che al momento resta semplicemente una suggestione, per Dzeko l'Inter si è già mossa. Il nodo è però la valutazione del cartellino di un giocatore che fra due estati diverrebbe un parametro zero ma anche un giocatore di 35 anni. La Roma, che lo acquistò nel 2015 dal City per 15 milioni complessivi, non vuole scendere troppo dai 30 milioni che solo un anno fa erano stati offerti dal Chelsea. Per l'Inter, la base è troppo alta ma la trattativa è in corso d'opera: sui 20 milioni potrebbe concludersi.