Dopo una stagione intera passata a Castel Volturno, Carlo Ancelotti ha ben chiaro come dovrà essere la sua squadra nella prossima stagione. Il tecnico vuole infatti una formazione ancora più forte, a partire dalla difesa dove ci saranno nuovi innesti di valore. Le ultime notizie di mercato del Napoli, riportano dunque delle possibili trattative per le due corsie esterne: le due zone del campo, dove il mister campano vuole lavorare con maggior attenzione.

Di fronte alla possibilità di perdere Mario Rui, la dirigenza partenopea ha dunque fatto scattare i primi sondaggi. I profili ritenuti all'altezza sono diversi, e tra questi figura anche quello di Timothy Castagne: uno dei gioielli dell'Atalanta di Gian Piero Gasperini. Il 23enne belga ha infatti stupito tutti e confermato le sue qualità, al punto che anche Milan, Roma e diversi club della Premier League si sono interessati a lui.

Il muro di Percassi e le alternative a Castagne

Parlare con il presidente bergamasco Percassi, e soprattutto convincerlo a far partire il suo giocatore, non sarà però un'impresa facile. Il patron nerazzurro non vuole infatti smantellare la creatura che Gasperini "rischia" addirittura di portare in Champions. E nel caso, così come è già successo in passato con molti altri campioncini passati da Zingonia, serviranno molto soldi per fargli cambiare idea.

La prima valutazione del difensore belga si aggira intorno ai 20 milioni di euro: una cifra importante, che potrebbe anche far cambiare obiettivo ad Aurelio De Laurentiis. Le alternative non mancano, ma hanno anche costi decisamente superiori a quelli di Castagne. Grimaldo del Benfica, vecchio pallino partenopeo, ha infatti una valutazione di 40 milioni di euro: la stessa che il Tottenham ha fatto per Kieran Trippier. Il terzino francese Theo Hernandez, altro obiettivo di mercato del Napoli, che il Real Madrid vedere in estate, viene infine valutato da Florentino Perez ben 30 milioni.