Musacchio, Kessié, Rodriguez, André Silva e non finisce qui. E' un Milan letteralmente scatenato sul mercato, quello che in queste ore potrebbe chiudere anche per Borini e il trequartista turco Calhanoglu, oltre a trattare nuovamente con Donnarumma il possibile rinnovo contrattuale. Una rivoluzione vera e propria per Fassone e Mirabelli che stanno cercando di allestire una rosa alle altezze delle richieste di Montella, a sua volta blindato. Come se non bastasse però i rossoneri sono alle prese con altre due trattative per puntellare rispettivamente la corsia difensiva e l'attacco.

Per Conti il Milan gioca la carta Petagna

Non è un mistero, alla luce de precedenti incontri tra l'Atalanta e i rossoneri, il forte interesse per Andrea Conti. La dirigenza nerazzurra non ha intenzione di scendere a compromessi per l'esterno reduce dall'Europeo Under 21. Ecco allora che come evidenziato da Sky Sport, il Milan potrebbe giocare a sorpresa la carta Petagna. Il cartellino dell'attaccante è di proprietà dei nerazzurri, con il club milanese che però può contare sul 25/30% di un'eventuale cessione futura del ragazzo. Al momento considerando che il prezzo di Petagna si aggirerebbe sui 12-15 milioni, il Milan incasserebbe 4-5 milioni. Una somma a cui i rossoneri sono pronti a rinunciare sperando di ottenere un prezzo più vantaggioso per Conti.

Per Kalinic servono 25 milioni

In avanti prosegue ad oltranza la trattativa per il bomber della Fiorentina Kalinic. Il futuro del croato è lontano da Firenze, motivo per cui Montella ha individuato in lui un giocatore congeniale per il suo attacco. La situazione è estremamente semplice con la dirigenza della Viola che chiede per il suo centravanti 25 milioni di euro. Se il Milan dovesse mettere sul piatto questa somma, l'operazione andrà in porto già nelle prossime ore quando è previsto un incontro tra le parti. La volontà è comunque quella di chiudere il prima possibile in vista del ritiro della formazione rossonera, ormai alle porte.