Il calciomercato del Milan è in completa evoluzione. I rossoneri sono la squadra che negli ultimi tre anni, tra quelle europee, ha il bilancio peggiore, con un rosso da oltre 300 milioni, tra acquisti e cessioni. Questa campagna di mercato non è ancora finita. Giampaolo, dopo quattro colpi, potrebbe avere Correa, ma per prenderlo bisogna vendere. Nell’elenco dei partenti c’erano Suso e Biglia, ma entrambi sono diventati incedibili e sul mercato è finito Kessié, che vede la Premier League.

Suso e Biglia fuori dal mercato

Suso e Biglia sono stati a lungo sul mercato. Di offerte ne sono arrivate tante per il giocatore spagnolo, tutte però basse e seccamente respinte da Paolo Maldini e dal d.s. Massara. Il tecnico Giampaolo nelle ultime settimane ha capito che Suso può essere il trequartista che gli serve e quindi a meno di una proposta irrinunciabile il giocatore spagnolo anche nella prossima stagione resterà al Milan. Biglia è sembrato a lungo vicino al Genoa. La trattativa si è arenata, i rossoneri chiedevano almeno 6 milioni di euro e adesso i rossoblu hanno puntato sul danese Lasse Schone, acquistato dall’Ajax. E soprattutto il tecnico ha chiesto la conferma dell’argentino, che sarà la riserva di Bennacer.

Quali sono i calciatori del Milan sul mercato

I rossoneri devono fare cassa, non solo se hanno ancora voglia di prendere Correa. Quello che ha più mercato è Kessié, piace ai Wolves, poi naturalmente c’è André Silva, che è stato a un passo dal Monaco due settimane fa. Castillejo ha giocato tutte le amichevoli dall’inizio, ma se arriverà un’offerta non sarà trattenuto. Possono andare via anche un dei laterali sinistri tra Rodriguez, valutato 18 milioni, Strinic, preso a costo zero e anche con una offerta accettabile ci sarebbe una plusvalenza, e l’urugagio Diego Laxalt, acquistato dal Genoa la scorsa estate.