Tra i giocatori che potrebbero lasciare il Milan nelle prossime settimane non c'è soltanto Gigio Donnarumma. Tra i protagonisti delle ultime notizie di mercato del club rossonero, ci sono infatti anche altri due milanisti osservati con interesse da molte società europee: Suso e Kessie. Complice la necessità di immettere denaro fresco nelle casse societarie, di fronte ad offerte importanti la dirigenza rossonera non riterrebbe infatti incedibili lo spagnolo e l'ivoriano.

Sull'attaccante esterno nato a Cadice si è già mosso nelle scorse settimane l'Atletico Madrid. Stimato da Simeone, il giocatore spagnolo potrebbe dunque tornare in patria e vestire la maglia dei Colchoneros nella prossima stagione. Per convincere il Milan a lasciar partire Suso, che Giampaolo potrebbe anche voler valutare prima di un'eventuale cessione, serviranno però almeno 40 milioni di euro: ovvero la cifra fissata dalla sua attuale clausola di rescissione, valida però solo per l'estero.

Le offerte per Cutrone

Arrivato dal Liverpool nel 2015 a parametro zero, in caso di cessione Suso darebbe inoltre al Milan l'opportunità di mettere a bilancio un'importante plusvalenza: cosa che il Diavolo non potrebbe invece fare in caso di addio di Franck Kessie. L'ex Atalanta è infatti sbarcato a Milanello con la formula del prestito biennale con obbligo di riscatto a 28 milioni di euro: una cifra che costringe la società di via Aldo Rossi a prendere in considerazione solo offerte a partire dai 30 milioni.

Tra i giocatori da monitorare c'è infine Patrick Cutrone. Il giovane attaccante del Milan, che come Suso garantirebbe una plus valenza da urlo (è cresciuto auto nel vivaio e attualmente ha una valutazione che supera i 20 milioni di euro), è infatti finito nel mirino di diverse società italiane e straniere. Tra queste il Sassuolo, che lo ha richiesto come contropartita tecnica nell'affare che dovrebbe portare Sensi a Milano.