Il Lecce fa il suo ritorno in Serie A dopo due promozioni consecutive e – a giudicare dai colpi di mercato che ha in mente il presidente Saverio Sticchi Damiani – non sembra intenzionato a recitare la parte della squadra cuscinetto che retrocede dopo un anno. Dopo un campionato di B esaltante, terminato al secondo posto con 66 punti grazie anche alle reti (17) del trascinatore Andrea La Mantia, i pugliesi sono intenzionati a rafforzare il reparto d'attacco e per farlo hanno puntato una vecchia conoscenza della nostra Serie A: si tratta di Ilija Nestorovski, autore di un'ottima stagione quest'anno nella serie cadetta con la maglia del Palermo.

La stagione di Nestorovski al Palermo

Prelevato dal Palermo per "soli" 500mila euro dai croati dell' Inter Zapresic nell'agosto del 2016, Ilija Nestorovski aveva impressionato tutti alla sua prima stagione in Serie A in maglia rosanero. Le sue 11 reti non bastarono ad evitare la retrocessione dei siciliani, ma furono sufficienti a farne un idolo della tifoseria del Barbera. Tifoseria che può tirare un sospiro di sollievo, alla luce dello sconto di pena ottenuto dalla Corte d'Appello della Figc che ha scongiurato la retrocessione in C pur infliggendo al club 20 punti di penalizzazione. Punti comunque pesanti, che priveranno i rosanero della possibilità di disputare i play-off conquistati sul campo e che sarebbero tra i motivi di una possibile partenza del bomber macedone.

Quest'anno, il centravanti ha disputato 28 partite tra campionato e Coppa Italia, terminando la stagione con 15 reti e 5 assist. Bottino che avrebbe potuto essere più ampio, se non fosse incappato in una lesione muscolare al polpaccio che lo ha tenuto fermo dalla metà di dicembre fino agli inizi di febbraio, costringendolo a saltare 7 partite. Senza lui in campo, il Palermo ha subito 3 delle 5 sconfitte stagionali: questo a indicare l'incisività di un attaccante che senza dubbio, dovesse approdare al Lecce, farebbe le fortune del club pugliese.