Jorginho e Pjanic sono stati spesso comparati nella scorsa stagione. L’italo-brasiliano e il bosniaco erano i due registi delle squadre che lottavano per lo scudetto. Usare il passato è giusto per il nazionale azzurro, mentre è difficile scegliere il tempo verbale corretto per l’ex romanista che è un giocatore della Juventus, ma che potrebbe andar via in questa sessione di mercato. Un filo doppio sembra unirli ancora fortemente, e quel sottilissimo filo che li unisce è rappresentato dal calciomercato. Jorginho pareva del City, l’affare sembrava fatto. Ma il Chelsea con una zampata ha offerto di più e se l’è preso. Guardiola ci è rimasto molto male e adesso punta Pjanic, che però è anche nel mirino del Chelsea che vorrebbe una coppia di registi di prim’ordine.

La telefonata di Guardiola a Pjanic. Il ventottenne centrocampista juventino sta sfogliando la margherita e non sa se rimanere o no a Torino, dove è ampiamente un giocatore cardine, ma la Juve un giocatore importante dovrà cederlo e il sacrificato potrebb’essere lui. Marotta e Paratici non lo cedono per meno di 100 milioni di euro. Intanto il tecnico catalano ha fatto una telefonata a Pjanic e gli ha manifestato il suo interesse. Di sicuro il giocatore balcanico ha ringraziato e ha forse anche pensato agli 8 milioni netti a stagione che guadagnerebbe a Manchester.

La trattativa non sarà semplice. Perché Allegri non vorrebbe perderlo e perché non è così scontato che il City offra 100 milioni. In caso di cessione ci sarebbe un sostituto di prim’ordine: c’è sempre il sogno Pogba, difficile ma non impossibile. Mentre paiono meno complicate le trattative per il francese Rabiot e il serbo Milinkovic-Savic, comunque valutato 110 milioni dalla Lazio. Mentre sempre in uscita la Juve lavora alle cessioni di Rugani e Higuain. Il difensore è destinato al Chelsea, destinazione gradita pure all’argentino, che è un obiettivo anche del Milan.