Il calciomercato in entrata dell'Inter è finito? A pochi giorni dalla chiusura ufficiale delle trattative c'è ancora un altro colpo che i nerazzurri potrebbero effettuare nel reparto avanzato. Al di là dell'evoluzione della vicenda Icardi – il calciatore, ai margini della rosa e sul mercato, ha fatto causa al club -, le ultimissime notizie raccontano che in attacco qualcosa può cambiare. Non ci saranno stravolgimenti, semmai una sorta di aggiustamento rispetto alla rosa attuale. Chi può lasciare i nerazzurri? Matteo Politano.

Non è certo la prima volta che il nome dell'ex Sassuolo è stato associato a possibili operazioni in uscita: cercato con insistenza dalla Fiorentina, sul piatto della società sta per arrivare la più classica offerta last-minute. A quanto sono disposti ad arrivare i Viola? Una somma di 30 milioni di euro da versare nelle casse dell'Inter, un ingaggio robusto e superiore rispetto allo stipendio percepito all'Inter (1.6 milioni netti a stagione fino al 2023). Una somma che è ancora lievemente distante dalla richiesta dei nerazzurri: asticella fissata a 35 milioni, un gap che che può essere colmato nelle prossime ore e non troverebbe impreparato il club milanese. L'alternativa è cerchiata in rosso da qualche settimana: è Ante Rebic – ironia della sorte ex della Viola – e in forza all'Eintracht Francoforte. A deporre a suo favore, la buona stagione che ha visto la società tedesca arrivare a un passo dalla finale di Europa League nella scorsa edizione della Coppa.

C'è ancora un particolare che ‘piace' alla Fiorentina direttamente interessata dall'acquisto di Rebic da parte dell'Inter. Qualora l'operazione dovesse andare a buon fine, i toscani avrebbero diritto al 50% della cifra per effetto di una clausola sulla futura rivendita inserita nella transazione con l'Eintracht. Una somma che permetterebbe ai Viola di ammortizzare i costi dell'affare Politano. Qual è la valutazione di mercato della punta croata? Meno dei quaranta milioni di euro richiesti a inizio mercato, situazione che può agevolare il colpo di coda dell'Inter.