Lavori in corso in casa Inter per qualche colpo di assestamento in vista del mercato di gennaio. Durante la pausa da campionato e Coppe, la dirigenza nerazzurra valuta mosse che possano sistemare al meglio la rosa a disposizione di Luciano Spalletti in vista degli obiettivi da raggiungere: Champions League in campionato e arrivare più lontano possibile sia in Coppa Italia che in Europa League, magari alzando un trofeo.

Per questo, Ausilio e Marotta sono già al lavoro da tempo. Da un lato ci sono eventuali rinnovi o addii da decidere sin da ora, dall'altro la valutazione attenta in vista del mercato di giugno con giocatori funzionali ad un progetto che sembra restare saldamente in mano a Luciano Spalletti.

Miranda, panchinaro triste

Sul fronte cessioni, c'è la pista che porta ai saluti da parte del centrale difensivo Miranda. Il brasiliano ha ribadito la volontà di andare via durante il mercato invernale, visto che oramai è diventato un panchinaro quasi fisso con pochissime possibilità di scendere in campi. Il difensore classe 1984 ha già rifiutato alcune offerte arrivate da Emirati Arabi e Brasile e adesso sta valutando altre situazioni tra cui il fascino (economico) della Cina.

Per Gabigol nuovo prestito

C'è anche il nodo Gabigol, il brasiliano triste in nerazzurro che è costato un patrimonio all'Inter (in totale 60 milioni tra cartellino e commissioni) oltre a rappresentare un peso importante in bilancio con un ingaggio vicino ai 6 milioni. Il giocatore è di rientro dal prestito al Santos e vorrebbe restare. L'intenzione di Marotta è quella di sfruttarne un mercato comunque positivo per poi cederlo definitivamente a giugno.

Joao, cessione rientrata

A centrocampo sembra invece rientrata l'intenzione di inizio stagione di cedere Joao Mario. Il portoghese è rimasto ai margini del progetto per i primi due mesi ma alla fine si è mostrato pronto alla chiamata del tecnico quando l'Inter ne ha avuto bisogno. Utile quale alternativa a Borja Valero che non può pensare di giocare tutti i match, nelle ultime uscite ha confermato di aver trovato buona condizione e intesa.

Godin, biennale ma a giugno

Sul fronte arrivi, si parla tantissimo di Godin dell'Atletico Madrid. Dovrebbe essere l'alter ego di Miranda: se arrivasse il centrale dell'Uruguay partirebbe quasi certamente il brasiliano. Con i Colchoneros e il giocatore c'è un accordo di fondo visto che non si parla più di rinnovo per restare a Madrid e il trasferimento invernale non sarebbe sgradito a nessuno. Difficile in corsa, più probabile a giungo con un biennale già pronto.

Linea giovane sudamericana

Il vice-presidente del Cruzeiro Machado ha annunciato di aver ricevuto un’offerta da 2,5 milioni da una società italiana per il giovane talento Brazao. L’Inter segue il portiere classe 2000, anche se non può tesserarlo direttamente, in quanto extracomunitario. Inserimento anche per Agustin Almendra, centrocampista 18enne del Boca sul quale c'è anche il Napoli: dovesse trovarsi l'accordo, resterebbe in Argentina ancora una stagione.