Nel giorno della presentazione ufficiale di Antonio Conte c’è stato anche il tempo e il modo di parlare di calciomercato. L’a.d. nerazzurro Marotta, che ha annunciato gli addii di Icardi e Nainggolan in un’intervista a Sky sabato scorso, ha detto ufficialmente che la Juventus non si è mai fatto sotto per l’ex capitano. Il dirigente dell’Inter ha parlato anche di Barella e Dzeko, le trattative esistono ma la chiusura per entrambe è ancora molto lontana.

Icardi alla Juve. Marotta dice che non esiste una trattativa di mercato

Il bomber è stato messo sul mercato, anche se Icardi non vuole andare via. Il suo nome in queste ultime ore è stato accostato con forza al Napoli, che sembra pronto a offrire 60 milioni di euro, ma da tempo invece si parla di Juve per Maurito, si è vociferato nei giorni scorsi anche di un incontro tra Wanda Nara, moglie e agente del bomber, e il d.s. juventino Paratici. Marotta però ha detto che la Juventus non ha mai chiesto informazioni su Icardi:

Lo escludo perché non ci sono le condizioni. La volontà del giocatore fa la differenza, ma a oggi della Juventus non si vede neppure l’ombra.

Dzeko e Barella obiettivi di mercato dell’Inter

L’Inter ha già chiuso tre trattative, sono arrivati Godin, Lazaro e Sensi, tre giocatori importanti, ma la proprietà vuole regalare almeno altri tre calciatori a Conte: Lukaku, Barella e Dzeko. Del centrocampista del Cagliari e del bomber della Roma ha parlato Marotta, che non ha fatto nomi ma ha detto chiaro e tondo che il cantiere è aperto e le trattative non saranno rapide:

Siamo in una fase di cantiere. Sarebbe bello dare subito a Conte una squadra completa ma, nonostante le idee siano chiare, non abbiamo fretta. Barella? Normale che il club che detiene il cartellino faccia il prezzo che vuole, poi il giocatore decide e, in questo senso, il prezzo lo fa il mercato. Dzeko? Questa è una partita a scacchi. Il venditore prova a essere più bravo del compratore e al contrario. Il giocatore – che è un obiettivo – ha manifestato un interesse, ma non significa che deve mancare il rispetto per il suo club. Siamo in una fase interlocutoria ma non nascondo che sono due obiettivi.