La grande incertezza che regna dalle parti di Milanello potrebbe condizionare il futuro rossonero di Gigio Donnarumma. Il portiere del Milan e della Nazionale, sotto contratto con il Diavolo fino al 2021, non si è ancora seduto al tavolo del rinnovo insieme alla dirigenza milanista. Nonostante l'invito del club, Mino Raiola ha infatti voluto prendere tempo e valutare anche altre soluzioni per il suo assistito.

Il potente procuratore italo-olandese, che con il Milan dovrà anche affrontare il rinnovo di Bonaventura e la spinosa questione di Suso, sa bene che fuori dalla porta c'è la fila per Gigio ed è convinto di poter strappare un contratto faraonico per il ventenne di Castellammare di Stabia. Una delle società pronte a garantirglielo è la Juventus.

L'offerta della Juventus a Gigio

Da sempre attratta dall'idea di portare Donnarumma a Torino, la società bianconera potrebbe dunque tornare alla carica nella prossima estate con un'offerta irrinunciabile per il giocatore: un contratto quinquennale da 9 milioni a stagione, destinati a salire nel tempo. Tra le squadre alla finestra per il portiere milanista, che oggi guadagna 6 milioni di euro, ci sarebbe anche il Paris Saint-Germain dell'ex direttore rossonero Leonardo: pronto a ‘scippare' Gigio al suo vecchio club.

La rifondazione bianconera

Il buon rapporto con Mino Raiola, testimoniato dall'affare de Ligt della scorsa stagione, mette però la vecchia signora davanti a tutti nella corsa a Donnarumma. L'obiettivo di Fabio Paratici è quello di svecchiare la rosa di Maurizio Sarri, e il nome di Gigio sarebbe il primo inserito in una lista custodita gelosamente nelle mani del direttore sportivo juventino. Tra i profili individuati per la rifondazione juventina non ci sarebbe invece quello di un altro giocatore di Raiola: Paul Pogba. Il francese è infatti destinato a lasciare Manchester United per traslocare a Madrid.