Il derby di Madrid non è una partita come tutte le altre, non è lo è ancor di più per uno dei simboli dei ‘blancos’ Sergio Ramos, che del Real è il capitano e che tre anni e mezzo fa con un gol al 93’ impedì all’Atletico Madrid di vincere per la prima volta la Champions League. Nella nuova casa dei ‘Colchoneros’ non ha certo trovato una bella accoglienza il capitano della Spagna, che ha chiuso anticipatamente l’incontro perché dopo un calcione di Hernandez si è rotto il setto nasale. La conferma ufficiale è arrivata con un comunicato pubblicato sul sito del Real Madrid: "I medici dopo aver fatto effettuare a Sergio Ramos gli esami strumentali hanno diagnostico al capitano la frattura del setto nasale. La situazione è in evoluzione"

Il calcio in faccia di Hernandez a Ramos.

Sul finire del primo tempo, in area di rigore c’è il caos. Il difensore Hernandez nella concitazione rifila un calcio in faccia a Sergio Ramos che subito perde sangue in modo copioso, in quel momento si rompe il setto nasale. La sua partita però non finisce in quel momento. Ramos continua a giocare con delle medicazioni, ma nella ripresa il Real presenta al suo posto il difensore Nacho. La partita resta cattiva nel secondo tempo, i cartellini fioccano, di gol nemmeno uno. Lo 0-0 evita l’onta della sconfitta nel derby, ma inguaia entrambe le squadre che restano appaiate al terzo posto, ma con dieci punti di ritardo dal Barcellona.

Ramos può saltare il match di Champions con l’APOEL.

Nella notte il giocatore ha effettuato gli esami strumentali e ha saputo che la frattura c’è. Sembra davvero difficile pensare che Sergio Ramos possa essere a disposizione di Zidane per il match di Champions League, in programma martedì 21, con l’APOEL Nicosia, una sfida che dovrebbe determinare la qualificazione matematica agli ottavi per i Campioni d’Europa, che però con ogni probabilità chiuderanno il proprio raggruppamento al secondo posto. Ramos allungherebbe l’elenco degli assenti del Real. Perché sono fermi ai box il portiere Keylor Navas, Gareth Bale, che sta vivendo un’annata travagliata, e il croato Kovacic.