Dopo otto lunghi anni, il Brescia è riuscito a centrare la promozione in Serie A. La squadra di Eugenio Corini ha infatti conquistato matematicamente la massima serie, con due giornate d'anticipo e grazie alla vittoria al "Rigamonti" contro l'Ascoli: battuto 1-0 grazie alla rete decisiva di Daniele Dessena. Arrivato nella città lombarda nel gennaio di quest'anno per volere del presidente Cellino, e dopo una lunga serie di infortuni che gli hanno condizionato gli ultimi anni della sua carriera, il 31enne centrocampista emiliano si è tolto lo sfizio di realizzare il suo primo gol con la maglia del Brescia nel giorno più importante: quello della promozione in Serie A.

Al termine della partita, di fronte alle telecamere di Dazn, il giocatore di Corini ha così voluto dedicare la sua importante rete ad un amico speciale: "So che sarà contento anche Davide Astori, è stato un mio amico intimo – ha spiegato Dessena, che con lo sfortunato ex capitano della Fiorentina ha condiviso gli anni a Cagliari – Gli dedico il mio gol, lo tengo nel cuore sempre. La mia felicità è anche per lui. Sarebbe molto felice per me, guardavo i messaggi ricevuti e mancava il suo ma son sicuro che me lo avrebbe mandato".

Il futuro di Dessena

Tra le persone felici per il ritorno di Dessena in Serie A, c'è anche il suo agente Giovanni Bia: "Quelli vissuti a Brescia sono stati mesi importanti sul campo e il gol è stata la ciliegina sulla torta, una sorta di riscatto dopo quel grave infortunio – ha spiegato il procuratore a ‘tuttomercatoweb' – Il suo futuro? Era già deciso: Daniele è arrivato a Brescia a titolo definitivo ed il contratto era già fatto per l'eventuale Serie A. Per questo dico che il prossimo anno indosserà ancora la maglia del Brescia e anzi, la sua idea è quella di chiudere lì la carriera".