Brasile: Tite nuovo CT, Leonardo coordinatore

Letteralmente sta diventando un affare di stato la questione relativa al nome del nuovo Commissario Tecnico del Brasile. Il presidente della Federazione Marin, che lascerà tra un anno, nei giorni scorsi ha detto chiaramente che un C.T. straniero non ci sarà, perché nessuno può insegnare qualcosa ai maestri del calcio. Dello stesso parere uno dei senatori Dani Alves, contrario al C.T. straniero. Ma in Brasile l’ostracismo non è ai limiti massimi verso un selezionatore di un altro paese. Mourinho per ora ha rifiutato, Pep Guardiola, che era l’obiettivo due anni fa, è sotto contratto con il Bayern.

Tite C.T. e Leonardo coordinatore

E allora ecco spuntare all’orizzonte la soluzione ideale, forse intermedia, del presidente Marin che giovedì in una caldissima conferenza stampa potrebbe annunciare il nome del nuovo tecnico della Selecao che dovrebbe essere Tite. Ma l’ex allenatore del Corinthians potrebbe avere come supervisore Leonardo, l’ex tecnico di Milan e Inter. Così Marin creerebbe un mini team con due veri allenatori. Con Tite che potrebbe usufruire dell’esperienza europea di Leonardo, Campione del Mondo con il Brasile a USA ’94.

Mourinho o Guardiola nel 2016

Questa soluzione potrebbe essere intermedia perché se il Brasile dovesse fallire il prossimo anno in Copa America Tite, vincitore della Libertadores del Mondiale per Club nel 2012 – con il Corinthians in finale batté il Chelsea di Benitez – di sicuro finirebbe sulla graticola. E magari un altro presidente federale potrebbe mandarlo via oppure potrebbe decidere di lasciarlo sulla panchina della Selecao fino ai Giochi di Rio 2016. E chiaramente se dovessero andare male entrambi gli appuntamenti Tite saluterebbe e magari uno tra Mourinho e Guardiola potrebbe realmente diventare il C.T. del Brasile, considerato che entrambi hanno il contratto in scadenza nel 2016.