Una brutta notizia che rovina decisamente la serata delle sfide di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. Un poliziotto è morto a causa di un doppio attacco cardiaco a Bilbao, nel corso degli scontri tra le forze dell'ordine e un gruppo di ultras russi, andati in scena prima del match tra l'Athletic e lo Spartak Mosca. Un vero e proprio bollettino di guerra, completato da 4 feriti e cinque arresti per una delle serate più nere della stagione per il calcio internazionale.

Bilbao, scontri tra i tifosi baschi e quelli russi. Scene di guerriglia

La situazione che sembrava sotto controllo nel pomeriggio è degenerata in serata. Alle 20 infatti sono andati in scena i primi scontri nelle vicinanze dello stadio San Mames che ospita le partite interne dell'Athletic Bilbao sede della sfida di ritorno dei sedicesimi di Europa League tra i padroni di casa e lo Spartak Mosca. I tifosi russi, circa 150, hanno affrontato alcuni esponenti dell'Herri Norte, uno dei gruppi che rappresenta la frangia più estrema dei tifo basco.

Morto un poliziotto per un doppio attacco cardiaco. 5 arresti e 4 feriti

Lancio a più riprese di razzi e contenitori dei rifiuti rovesciati, con le forze dell'ordine che sono intervenute a più riprese con una serie di cariche. Ecco allora che un poliziotto dell'Ertzaintra è morto per un doppio, grave attacco cardiaco. Accasciatosi al suolo, l'agente è stato prontamente soccorso ma non c'è stato nulla da fare.  I cinque arresti sono stati confermati da un portavoce della stessa polizia basca. L'atmosfera era molto calda gia da giorni – scrive il Mundo deportivo -. I messaggi incrociati da una parte e dall'altra della tifoseria era solo fuoco che covava sotto la cenere ed è bastato poco per scatenare un vero e proprio inferno.