Kingsley Coman nella prossima stagione giocherà ancora con il Bayern Monaco. La notizia era nell’aria da circa una settimana e cioè da quando il club tedesco aveva informato la Juventus di voler versare i ventuno milioni di euro per il riscatto completo del giocatore. Ma oggi è arrivata in un certo senso la parole ufficiale, per voce dell’amministratore delegato dei bavaresi Karl-Heinz Rummenigge che in un’intervista rilasciata a Fussball-Bild ha confermato le intenzioni del club e ha incensato il ventenne calciatore francese:

Possiamo esercitare l’opzione di riscatto su Coman fino a fine aprile. Ci prenderemo il tempo necessario. In linea di massima il giocatore ci ha convinto, anche se la passata stagione è stata migliore di quella attuale. Detto questo bisogna tenere anche conto degli infortuni che ultimamente lo hanno rallentato. Ad oggi siamo intenzionati a riscattarlo.

Il Bayern Monaco sta già pensando alla squadra della prossima stagione. Xabi Alonso e Lahm sembrano vicini all’addio al calcio, mentre sono stati già presi dall’Hoffenheim Rudy e Sims e hanno rinnovato il contratto fino al 2018 Arjen Robben e Franck Ribery, giocatori d’esperienza e ultrà vincenti che formeranno dunque la batteria degli esterni assieme a Douglas Costa e allo stesso Coman. Rummenigge anche per questo ha dichiarato che i dirigenti bavaresi non stanno seguendo né Gnabry del Werder Brema né Brandt del Bayer Leverkusen:

Recentemente abbiamo rinnovato con Robben, e ora, per quel che riguarda la prossima stagione, siamo coperti: avremo lui, Ribery, Douglas Costa e probabilmente Coman. Gnabry? Lui è un giocatore del Werder e non voglio creare problemi a quella squadra parlandone. Ovviamente osserviamo sempre i giocatori della nazionale tedesca, ma se faremo qualcosa a riguardo non so dirlo.